Mestiereimpresa.it

Vantaggi e risparmi da una ristrutturazione edilizia

In passato abbiamo già trattato di sviluppo sostenibile, isolamento termico e risparmio energetico. Ora anche in virtù del Decreto Legge 63/2013 sul risparmio energetico vogliamo ricordare alcuni suggerimenti in grado di aiutare chiunque a risparmiare nel breve e lungo periodo. Suggerimenti alla portata di tutti e di facile realizzazione.

La ristrutturazione edilizia di un’abitazione offre varie la possibilità di interventi migliorativi e forieri di risparmi, anche consistenti, negli anni a venire: riscaldamento, acqua, energia elettrica, isolamento termico, sono tutti campi in cui ci si potrà avvantaggiare. 

 

1. Curare l’isolamento dell’abitazione; i materiali isolanti hanno costi pressoché irrisori, ed un’abitazione ben isolata si riscalda (e si mantiene calda) più facilmente, e ciò si traduce in consumi più bassi.

 

2. Scegliere, nell’acquisto di nuovi elettrodomestici, quelli della fascia A+++; questa scelta comporta, a fronte di un costo leggermente maggiore, un consistente risparmio di acqua ed energia elettrica negli anni a venire.

 

3. Oggi abbiamo una miriade di apparecchiature per la ricarica di batterie: batterie di cellulari, portatili, tablet e via discorrendo, che per lo più lasciamo collegati anche dopo che la ricarica è stata completata. Poiché questi dispositivi assorbono energia elettrica, sia pure in quantità minore, anche quando non c’è una batteria da caricare, anche lo staccare loro la spina quando non si utilizzano si traduce in un risparmio energetico.

 

4. Finestre e portoni d’ingresso possono facilmente essere isolati usando nastri autoadesivi con una spesa minima e con risparmi anche sensibili nelle spese di riscaldamento. Anche un camino può esser una via d’ingresso per l’aria fredda che è opportuno chiudere quando non in uso.

 

5. Utilizzare lampadine LED invece delle vecchie lampadine ad incandescenza può comportare risparmi annui sorprendenti.

 

6. Con i detersivi moderni non è indispensabile impostare temperature alte nei cicli di lavaggio della lavatrice; teniamo presente che una differenza di 20° raddoppia la quantità di energia necessaria per riscaldare l’acqua, e naturalmente avviate la lavatrice solo a pieno carico. 

Condividi post

Commenta il post