Mestiereimpresa.it

Muffa dal soffitto? È il momento di rifare il tetto?

 

La muffa è un problema col quale prima o poi tutti hanno avuto a che fare.

Le infiltrazioni di muffa specie sul soffitto sono un problema molto frequente soprattutto nelle case vecchie o in quelle posizionate in luoghi molto umidi.

 

Se non c’è un adeguato sistema di rivestimento ed isolamento del tetto, il soffitto comincia a riempirsi di muffa che oltre ad essere esteticamente sgradevole, all’olfatto ha odore pessimo ed  è anche pericolosa per la salute, in altre parole deve essere assolutamente eliminata.

 

La muffa è un organismo pluricellulare, funghi per la precisione, che si riproduce per mezzo di spore, le spore delle muffe possono causare problemi respiratori soprattutto ai bambini, agli anziani, e a tutti coloro che hanno un sistema immunitario debole.

 

Può avere diversi effetti sullo stato di salute umana, per questo è sempre bene cercare di eliminarla il prima possibile. La muffa sul soffitto è spesso segno della presenza di infiltrazioni di umidità (quando l’umidità nell’aria supera il 55%) ed è favorita anche dalla mancanza di luce e di sole ed aria.


In alcuni casi le infiltrazioni di muffa dal soffitto possono essere particolarmente estese e spesso sono sintomo del fatto che c’è qualcosa che non va e deve essere sistemato.

Spesso infatti quando si forma la muffa sul tetto potrebbe essere un avvenimento del fatto che il soffitto non è molto isolante e non è composto da materiali in grado di fermare e bloccare il problema.
Oppure è dovuto ad una grave infiltrazione d’acqua.

 

Ecco i casi possibili per cui riscontriamo muffa:


•    E’ entrata acqua dal soffitto e non si asciuga completamente
•    Umidità e poco ricircolo d’aria
•    Tetto non isolante

 

Cosa fare in casi simili? In alcune ipotesi la soluzione migliore contro le muffe è quella di rifare completamente il tetto, non di eliminare solo la muffa sul muro con la scartavetra o vari prodotti antimuffa e poi ritinteggiare tutto.


Il muro, anzi la muffa che si vede sul muro è solo la punta dell’iceberg del problema, non è il problema stesso.


Dobbiamo per prima cosa individuare cosa l’ha causata e dopo intervenire in modo risolutivo.
In molti casi, purtroppo, è necessario procedere con sistemi isolanti nel tetto.

 

Rifare il tetto contro la muffa

 

Quando si capisce che il tetto ormai non è più nelle condizioni di poter sostenere l’umidità ed isolare la casa?


•    Quando ci sono delle infiltrazioni di acqua dal soffitto o si crea della condensa.
•    Quando si comincia a notare la formazione di muffa negli angoli del soffitto.
•    Quando il tetto non è in grado di isolare dal freddo o dal caldo la casa.
•    Quando si ha spesso bisogno di intervenire con manutenzioni per sistemare il tetto.

 

La formazione di muffa è uno dei sintomi più evidenti del fatto che il tetto non è in grado di reggere e isolare dall’esterno e che l’umidità passa attraverso i materiali, raggiungendo la casa. In tutti questi casi può essere opportuno ragionare sulla possibilità di sostituire il tetto con prodotti isolanti e materiali moderni che evitano la formazione della muffa.


In commercio abbiamo tantissime soluzioni, materiali leggere e altamente performanti, basti pensare alla lana di vetro, a pannelli isolanti termici, a vernici antimuffa, il consiglio però è sempre quello di risolvere prima il problema e poi pensare ai materiali, affidarsi ad esperti del settore edile è fondamentale, a Roma  abbiamo EdilRoma srls, specializzata nel rifacimento di tetti condominiali.

 

Il periodo migliore per rifare il tetto è quello del tempo stabile, primavera ed estate, anche se non ci sono controindicazioni sul rifacimento durante la stagione fredda.

 

Rifare il tetto di casa consente di proteggere al meglio l’abitazione dalle intemperie e dall’esterno. In alcuni casi è una mossa fondamentale anche per preservare la salute degli abitanti, ed inoltre permette di aumentare anche il valore dell’abitazione. Il tetto rifatto previene le infiltrazioni dell’acqua e dell’umidità e di conseguenza anche la formazione della muffa.

 

 

Inutile, infatti, eliminare di volta in volta la muffa se comunque continua a formarsi nelle zone dove c’è umido. La soluzione migliore è quella di intervenire direttamente sulla struttura per poter migliorare sia le condizioni dell’isolamento dal calore e dal freddo, sia l’infiltrazione dell’umidità che è molto dannosa per la salute.


Rifare il tetto contro la muffa è un investimento vantaggioso che comporta un maggior risparmio in termini di isolamento termico e salubrità dell’ambiente, oltre ad incrementare il valore della casa grazie ad un lavoro di questo tipo.


Oggi inoltre è possibile utilizzare in tetto per innovare tecnologicamente il nostro palazzo, possiamo montare dei Pannelli Solare che hanno diverse funzioni:


•    Risparmio energetico
•    Bonus energetico statale
•    Maggior protezione del nostro tetto


E’ risaputo che lavori di implementazione e risparmio energetico sono soggetti ad agevolazioni statali e che il prezzo di vendita dell’immobile subisce una grande impennata di prezzo.

 

 


 

- Se questa mini guida con consigli sulla muffa nel soffitto e sul rifacimento del tetto ti è piaciuta, condividila pure con i tuoi amici.

Grazie! smiley

Condividi post

Commenta il post