Mestiereimpresa.it

CAPPOTTO TERMICO ESTERNO: I VANTAGGI

Quando desiderate migliorare l’efficienza termica della vostra casa e risparmiare tempo e denaro, una delle soluzioni è ricorrere all’isolamento tramite il cosiddetto “cappotto esterno”: la soluzione più efficace per isolare bene un edificio. La tecnica consiste nell’applicare alle pareti dei pannelli isolanti con appositi sistemi di fissaggio che, successivamente, vengono ricoperti da malte adesive precolorate. I pannelli possono essere dotati di una rete porta-intonaco per la finitura a malta tradizionale.

Pareti esterne di villetta rivestite di Cappotto Termico

Tale sistema è consigliato per ambienti riscaldati in continuo con interruzione notturna. Durante il funzionamento dell’impianto si ha un notevole accumulo di calore nelle pareti e il suo rilascio avviene durante ore notturne, col riscaldamento spento, con conseguente miglioramento del comfort termico. Altra caratteristica positiva di questa soluzione è la totale eliminazione dei ponti termici causati dalle travi e dai solai. L’installazione di questo tipo di isolamento durante la ristrutturazione di un edificio rende massimo il rapporto costi-benefici.

Questo sistema di isolamento termico dall’esterno ad intonaco sottile, comunemente noto come “cappotto” ha preso piede in Europa negli ultimi 30 anni e viene utilizzato nelle diverse tipologie d’uso degli edifici: residenziali, commerciali, ospedalieri, scolastici, militari, produttivi, di stoccaggio.
E’ una soluzione particolarmente indicata nel caso di ripristino di superfici verticali, il cui rivestimento sia in fase di avanzato degrado. La coibentazione risulta economicamente conveniente e impedisce il naturale processo di degrado degli edifici.

Leggete anche il parere di Altroconsumo sui metodi di isolamento termico.

I requisiti per l’applicazione del cappotto esterno:

Per ottenere un sistema a cappotto efficace bisogna prestare la massima attenzione alle caratteristiche dei singoli componenti, in particolare del materiale isolante. È soprattutto fondamentale conoscere e scegliere il miglior isolante termico per l’abitazione da trattare, in base allo stato e alla struttura della vostra casa, al luogo, agli obiettivi da raggiungere e al vostro budget di spesa, al fine di ottimizzare l’efficacia e il costo del cappotto esterno.

I materiali isolanti che vengono utilizzati maggiormente possono essere naturali, sintetici e minerali. Sarà cura dell’azienda o del professionista esperto a cui vi rivolgerete, trovare il giusto materiale e i fornitori migliori e più affidabili.
Utilizzando materiali sintetici il cappotto esterno viene realizzato con polistirene espanso o estruso abbinato al pvc o alla schiuma. Si tratta di isolanti tutti derivati dal petrolio, quindi ad alto impatto ambientale.
Al contrario, i materiali minerali possono essere la lana di roccia (talvolta associata al polistirene), la perlite, il vetro cellulare, l’argilla espansa, ecc. Leggete maggiori dettagli sui diversi materiali utilizzabili consultando la nostra pagina sul cappotto termico.

Tra tutti i materiali impiegabili, la lana di roccia risulta essere particolarmente idonea, poiché presenta le seguenti caratteristiche:

1. Al variare della temperatura e dell’umidità, mantiene stabili le proprie dimensioni: ciò è decisamente importante in quanto eventuali dilatazioni originate da variazioni termoigrometriche potrebbero provocare delle fessurazioni sull’intonaco, nel caso in cui il materiale isolante non sia stabile. Ciò significa avere infiltrazioni d’acqua e crescita di muffe, fino al deterioramento dello stesso materiale isolante.

2. È stabile nel tempo: una qualità duratura vi permetterà di avere sicuramente maggior comfort, tranquillità e risparmio di denaro.

3. È lavorabile: l’esecuzione dei lavori potrà essere più semplice, veloce e vi farà risparmiare.

4 Possiede una bassa elasticità, compatibilmente con la resistenza meccanica dell’insieme: questo permette di rendere relativamente indipendenti le due strutture rigide costituite dalla parete e dall’intonaco esterno.

5. La lana di roccia è sicura in caso di incendio, grazie alla natura inorganica del materiale isolante.

I diversi vantaggi del cappotto termico esterno:

Il rivestimento a cappotto o isolamento a cappotto esterno non presenta alcun “limite” allo spessore dei pannelli isolanti a differenza dell’isolamento dall’interno. Questo significa che non toglie spazio utile alle abitazioni e la normativa consente di andare in deroga alle distanze dai confini (decreti legislativi 115/2008 ed il 57/2010). Lavorando dall’esterno possiamo definire lo spessore adatto al materiale scelto e puntare agli obiettivi energetici da raggiungere.

Isolante termo-acustico in cementolegno e fibra di legno pensato per avere un’elevata resistenza meccanica alla compressione, abbattimento acustico e sfasamento termico

Riguardo ai materiali per i pannelli isolanti, non è obbligatorio utilizzare quelli di origine naturale, come invece è richiesto per l’isolamento dall’interno. La scelta dei materiali, dunque, offre una gamma ampia di possibilità: EPS, lana minerale, fibra di legno, sughero, schiume minerali, l’XPS.


Ogni materiale ha le proprie regole di assemblaggio e di posa. Inoltre, un sistema di isolamento termico a cappotto deve essere efficace e duraturo e al fine di ottenere i migliori risultati servono una progettazione e una messa in opera accurate. Ecco perché è importante rivolgersi a un’azienda specializzata che non lasci nulla al caso e vi consenta di raggiungere il miglior risultato possibile in termini di comfort, di risparmio energetico, nonché monetario.

Desiderate subito isolare termicamente la vostra abitazione senza incorrere in danni e noie legali?
Siete già convinti che ciò sia la soluzione migliore per vivere meglio e spendere di meno?

Scoprite subito il costo del cappotto esterno e ricevete gratuitamente le proposte dei migliori professionisti specializzati.

Desiderate saperne ancora di più? Ecco altri vantaggi del cappotto termico esterno:

1. Isola in modo continuo e uniforme oltre a consentire l’eliminazione totale dei “ponti termici”, ovvero quei punti che favoriscono la dispersione di calore (ad esempio solai, travi e pilastri che sono tra le principali porte di ingresso del freddo all’interno del fabbricato). Questo consente di ottenere un maggiore risparmio energetico (legato anche alla maggiore capacità dell’edificio di trattenere il calore), un maggiore comfort termico e l’eliminazione di muffe sulle superfici interne delle abitazioni, originate dalla condensa in corrispondenza dei ponti termici.

2. La massa della muratura resta più calda in inverno e più fresca in estate, generando un migliore comfort abitativo.

3. Il muro così isolato fa da “volanto termico”, irradiando gli ambienti interni.

4. Protegge le pareti esterne dagli agenti atmosferici.

5. Stabilizza le condizioni termo-igrometriche della struttura degli edifici.

6. Riduce lo spessore delle pareti perimetrali e aumenta, di conseguenza, le aree abitative.

7. Migliora il volano termico delle pareti perimetrali.

8. Nel caso di interventi di ripristino, il sistema a cappotto consente di risparmiare e fornisce vantaggi organizzativi. In particolare:
– consente agli inquilini di restare in abitazione durante l’esecuzione dei lavori;
– rallentata il degrado degli edifici e offre una protezione totale;
– impedisce la formazione di crepe, spaccature e infiltrazioni di acqua meteorica;
– permette la realizzazione, in unica fase, dell’isolamento e della finitura con evidenti risparmi.

9. Diminuisce le ore necessarie per il riscaldamento e vi fa risparmiare sui relativi costi (di combustibile ed energia elettrica): i muri perimetrali accumulano calore che viene restituito gradualmente all’ambiente dopo lo spegnimento dell’impianto di riscaldamento.

10. Abbatte i rumori.

Rivolgersi a un esperto che sappia valutare cosa sia meglio utilizzare è dunque fondamentale. Poiché ogni professionista lavora secondo propri criteri è importante che abbiate una visione d’insieme sulle diverse opportunità disponibili.

Fatevi fare diversi preventivi da varie ditte, al fine di vagliare la convenienza. Potrete cominciare, sin da subito, ad usufruire dei tanti benefici offerti dall’isolamento termico a cappotto esterno:

Trovate subito, gratuitamente, il professionista esperto che fa per voi.

 

Condividi post

Commenta il post