Mestiereimpresa.it

La nuova plafoniera led: Forme e modelli disponibili

 

LED e plafoniere: uno sguardo alle novità

 

La tecnologia LED rappresenta la soluzione luministica più affidabile in assoluto nell'ambito dell'illuminotecnica contemporanea. Scegliere dispositivi funzionanti a LED, infatti, significa innanzitutto avere la certezza di andare incontro a un notevole risparmio economico, derivante dalle ridotte emissioni energetiche che i singoli apparecchi LED sono in grado di immettere nell'ambiente. E non solo!

 

Per sua natura, a parità di potenza, la tecnologia LED è in grado di offrire prestazioni più elevate rispetto alle vecchie lampadine concepite con gli antiestetici (e inquinanti) fili di tungsteno, con il risultato che, oltre al risparmio in bolletta e alla tutela dell'ambiente, sarà possibile adoperare i dispositivi funzionanti a diodi a emissione di luce decisamente più a lungo nel tempo rispetto agli apparecchi di concezione meno recente.

 

Un altro vantaggio derivante dall'utilizzo dei LED è quello di poter installare i diodi luminosi su una vasta gamma di apparecchi differenti: dai fari ai faretti, passando per i proiettori da esterno, le luci da soffitto, le torce e le lanterne, i LED possono essere facilmente innestati all'interno di dispositivi di vario tipo mettendo, quindi, in evidenza l'eccezionale adattabilità della fonte energetica in questione.

 

Uno degli impieghi più recenti della tecnologia LED è quello relativo alla produzione di elementi tecnici quali le plafoniere. Installabili in luoghi pubblici e in ambienti di lavoro, e in grado di garantire un'ottima illuminazione diffusa all'interno delle aree nella quale vengono generalmente collocate, le plafoniere moderne sono in grado di ospitare al loro interno lunghi pannelli di diodi a emissione luminosa capaci di offrire una luminosità diffusa e costante, oltre che di qualità.

 

Andiamo quindi alla scoperta delle forme tipiche con le quali vengono solitamente concepite le plafoniere a LED in vendita online e nei negozi, soffermandoci anche sulle questioni relative alla potenza di tali dispositivi e sulle diverse tipologie di modelli acquistabili.

 

Gli elementi distintivi delle varie tipologie di plafoniere

 

Prima di entrare nel dettaglio, è bene soffermarsi su quelli che sono gli elementi tecnici in grado di influire sulla forma, la potenza, l'efficienza e la qualità della luce emessa dalle diverse plafoniere disponibili sul mercato.

 

Innanzitutto, i dispositivi qui oggetto di analisi si dividono in base alla differente tipologia di luce emessa dai diodi luminosi. Un fattore, quello della temperatura del colore, comune a buona parte degli apparecchi funzionanti mediante la medesima tecnologia LED, quest'ultima capace di offrire colori in temperature diverse: dalla luce bianca fredda a quella calda, passando per le tonalità più calde del colore in questione.

 

Il potenziale acquirente di una plafoniera LED dovrà scegliere di acquistare la tipologia di dispositivo in questione a seconda delle proprie esigenze personali, tenendo ben presente che tonalità diverse possono garantire risultati luministici altrettanto differenti.

Altro elemento distintivo da valutare prima dell'eventuale acquisto di una plafoniera è il numero di tubi LED installabili all'interno della plafoniera stessa. Sul mercato, infatti, è possibile acquistare plafoniere concepite sia per ospitare esclusivamente un solo e unico tubo, sia per fare spazio a più tubi disposti in linea parallela orizzontale (generalmente non più di due o tre tubi).

 

La presenza di un numero maggiore di elementi luminosi garantisce ovviamente una illuminazione più intensa ed estesa, fondamentale per rischiarare ambienti caratterizzati da dimensioni particolarmente ampie.

 

Senza alcun dubbio, un terzo fattore distintivo in grado di far propendere da una parte o dall'altra la scelta di una plafoniera LED è la lunghezza del singolo dispositivo. Le plafoniere sono concepite appositamente nella tipica forma orizzontale, al fine di consentire alle aree di installazione un'illuminazione sempre ottimale e ineccepibile.

 

Per quanto riguarda i valori di lunghezza dei pannelli, le plafoniere sono generalmente concepite in valori di lunghezza compresi tra i 120 e i 150 centimetri; pannelli più lunghi risulterebbero infatti scomodi e di difficile collocazione all'interno degli ambienti da illuminare, motivo per cui è preferibile affidarsi a valori intermedi come quelli citati.

 

Plafoniere classiche per uno o due tubi LED

 

Dopo aver elencato i tratti distintivi delle diverse plafoniere presenti sul mercato, analizziamo più nel dettaglio i singoli dispositivi.

 

Il modello basilare di plafoniera è quello che ospita al suo interno l'alloggiamento per la collocazione di un solo e unico tubo LED. La lunghezza dei modelli in questione, come riportato in precedenza, varia dai 120 ai 150 centimetri, mentre variano di qualche decina di centimetri i valori di larghezza dei singoli pannelli.

 

Discorso diverso, invece, per le plafoniere in grado di ospitare due tubi LED: per quanto la lunghezza dei pannelli stessi risulti di fatto invariata (siamo sempre nell'intervallo 120-150 centimetri), è dal punto di vista degli attacchi disponibili che i dispositivi presentano le differenze più evidenti. Le plafoniere in questione, infatti, ospitano due sezioni distinte sulle quali applicare i tubi a neon T8, un modello, quello qui riportato, comune alla stragrande maggioranza delle plafoniere vendute nel settore luministico commerciale.

 

Plafoniere LED da 60 centimetri in policarbonato trasparente

 

Proseguendo nella disamina dei differenti modelli di plafoniere LED disponibili sul mercato, ci si imbatte nei dispositivi concepiti in un materiale leggero ma assai resistente: il policarbonato trasparente.

 

Innanzitutto, le plafoniere presentano una lunghezza decisamente ridotta rispetto ai modelli sinora descritti (il singolo pannello arriva a misurare circa 60 centimetri). La potenza della luce emessa può variare dai 28 watt sino a un massimo di 70 watt, il che significa, di fatto, poter contare su un'intensità variabile a seconda delle diverse necessità luministiche degli ambienti sui quali insisterà l'installazione di tali elementi; ma la differenza sostanziale delle diverse plafoniere è data proprio dalla tonalità della luce emessa dai pannelli.

 

Le plafoniere da 60 centimetri possono contare su fasci luminosi di tonalità variabile tra i 4000 kelvin e i 5700 kelvin. Valori differenti, quelli qui riportati, che corrispondono a risultati altrettanto differenti: nello specifico, i dispositivi in grado di fornire una luminosità non superiore ai 4000 kelvin consentono di rischiarare gli ambienti prescelti con tonalità di luce tendenti tra una colorazione calda e una più neutra; al contrario, valori superiori ai 4000 o 5000 kelvin (es.: i 5700 kelvin delle plafoniere in policarbonato trasparente) garantiscono un'illuminazione dalle tonalità decisamente più fredde rispetto alle precedenti.

 

Un'altra particolarità delle plafoniere in policarbonato è la presenza dello standard IP65 che, di fatto, è in grado di garantire un eccezionale livello di impermeabilità a dispositivi qui descritti.

 

La proprietà in questione evita che all'interno delle plafoniere possano penetrare particelle liquide (acqua e simili) e solide (polvere, granelli di sabbia e via dicendo) e ciò consente agli utenti di installare le singole plafoniere anche in aree e ambienti di lavoro caratterizzati dalla presenza di elementi volatili di dimensioni infinitesimali (la polvere, per l'appunto). Un motivo in più per procedere con l'acquisto di simili plafoniere.

 

Plafoniere LED da 120 e 150 centimetri in policarbonato trasparente

 

Al di là dei modelli di plafoniere in policarbonato trasparente da 60 centimetri, sul mercato luministico è possibile acquistare anche varianti da 120 o 150 centimetri.

 

Plafoniere di tale tipologia risultano decisamente utili per gli ambienti ampi, grazie alla loro lunghezza anche più che raddoppiata rispetto ai modelli precedenti. Una maggiore lunghezza, però, si traduce non soltanto in fasci di luce diffusi con più efficacia nelle aree all'interno delle quali le plafoniere vengono installate, ma anche nella possibilità di fare affidamento su una potenza luminosa ancor più elevata.

 

Se nei modelli precedenti il valore della potenza non era in grado di superare i 60 watt, per ovvie questioni legate alle dimensioni ridotte del singolo pannello luminoso, nei dispositivi da 120 e 150 centimetri i diodi a emissione luminosa sono in grado di diffondere sino a 70 watt di potenza.

 

Ciò significa, in sostanza, che la qualità della luce emessa risulterà decisamente più intensa se paragonata ai pannelli di dimensioni minori, mantenendo pur sempre una tonalità compresa tra i 4000 e i 5700 kelvin (dalla luce bianca neutra alla luce bianca fredda).

 

Anche nelle plafoniere da 120 centimetri in su è possibile riscontrare la presenza dello standard IP65, il che rende i dispositivi in questione ancor più versatili per l'utilizzo in aree di lavoro dalle condizioni ambientali non sempre ottimali.

 

Plafoniere per due tubi LED da 120 o 150 centimetri

 

Infine, veniamo all'ultimo modello di plafoniera LED oggetto della descrizione: le plafoniere per due tubi LED da 120 o 150 centimetri.

 

I dispositivi in questione, al di là della misura canonica superiore al metro di lunghezza, dispongono di valori di larghezza leggermente più ampi rispetto alla norma, proprio per ospitare in sé l'attacco di due tubi distinti.

 

Non si esclude, però, la possibilità di acquistare plafoniere caratterizzate dalla presenza di un unico attacco, rimanendo sempre all'interno del range di 120-150 centimetri. Plafoniere di questo tipo si rendono particolarmente utili per l'illuminazione di ambienti ampi ma che non necessitano di una luce forte o intensa, o perlomeno non tanto intensa quanto quella che possono garantire due tubi LED affiancati su di un unico pannello.

 


 

- Se questa mini guida sulle forme e i modelli di plafoniera a Led ti è piaciuta, condividila pure con i tuoi amici.

Grazie! smiley

Condividi post

Commenta il post