Mestiereimpresa.it

Tetto ventilato: quali vantaggi?

Cos’è un tetto ventilato, come si realizza e quali sono i vantaggi di questo prodotto?

Il tetto ventilato è un tipo di copertura molto interessante: esso consente, infatti, di ottenere una serie di vantaggi ed evita che vi sia un eccessivo assorbimento di umidità. Come è composto un tetto ventilato, e da chi viene realizzato? Quali sono i pro di questa scelta e come risparmiare nella realizzazione di una copertura così composta?

 

Come è fatto un tetto ventilato?

Un tetto ventilato rappresenta oggi, nel settore dell’edilizia e delle costruzioni, una copertura di grande efficacia: è innovativo e molto funzionale, in quanto esso garantisce il massimo rispetto delle esigenze di evaporazione facile e veloce della condensa che in genere si crea all’interno dell’immobile.

Perché i vantaggi del tetto ventilato siano effettivi e possibili, è tuttavia necessario che si risponda ad alcuni requisiti che riguardano sia l’utilizzo dei materiali, sia la composizione stessa della copertura. Come viene ideato e realizzato, pertanto, un tetto ventilato e perché viene così chiamato?

La ventilazione è una caratteristica di questa copertura, che rende possibile l’evaporazione della condensa e fa sì che si ottenga una maggior possibilità di contrasto dell’umidità.

Quest’ultima è un problema molto diffuso e da contrastare, per evitare che si trasformi nell’ancor più pericolosa muffa, composta di spore e batteri che possono complicare lo stato di salute di chi vive in casa e l’igiene stessa dell’immobile.

Il tetto ventilato è composto di un numero di strati pari a quattro o cinque a seconda della località geografica in cui si trova l’immobile: si parte da una struttura che aderisce alla casa, su cui si posiziona uno strato termoisolante, sul quale va applicato uno strato vuoto che è l’intercapedine. Quest’ultima è molto utile perché la sua caratteristica consiste nell’assorbire la condensa, e riportarla verso l’alto per mezzo di un altro strato isolante e di copertura composto da finestre di ventilazione.

Quali i vantaggi del tetto ventilato?

I vantaggi del tetto ventilato sono presto detti: grazie al particolare metodo con cui è composto il tetto, si fa in modo che la condensa che si forma in casa trovi un punto di uscita verso l’esterno, e quindi si evita l’assorbimento di umidità e la formazione di muffa. Se ben composto, esso è un ottimo metodo anche per garantire un buon isolamento termico, in quanto permette di ridurre l’aria calda in casa durante l’estate e l’aria fredda durante l’inverno: e ciò si traduce anche in un ottimo risparmio energetico e di consumi, e quindi anche economico.

Un altro vantaggio essenziale del tetto ventilato consiste in una maggior protezione dell’immobile dalle intemperie e dagli agenti atmosferici: ciò è possibile grazie alla presenza di più strati che non permettono le infiltrazioni di acqua.

Veniamo poi al vantaggio energetico ed economico: essendo una copertura ad alto potere isolante dal punto di vista termico, si riduce la necessità di utilizzare termosifoni o stufe in inverno, e climatizzatori d’estate. Qualora si decida di ristrutturare il tetto, è inoltre possibile anche recuperare parte delle spese sostenute per la sua realizzazione, grazie agli incentivi ed alle detrazioni fiscali rivolte a chi esegue lavori di ristrutturazione e di adeguamento energetico attraverso opere che incentivano la sostenibilità e l’ecologia.

 

Chi realizza un tetto ventilato?

La realizzazione di un tetto ventilato spetta ad una impresa edile qualificata nel settore: è quindi molto importante, prima di tutto, procedere ad una lettura di recensioni che si possono reperire su Internet e che riguardano le varie imprese edili ed il loro modus operandi.

Al giorno d’oggi, infatti, grazie proprio all’uso intelligente della rete, possiamo ottenere informazioni, consigli e suggerimenti che riguardano sia il metodo lavorativo delle imprese, sia il costo del lavoro completo di manodopera e materiali, ottenendo così la possibilità di valutare bene lavori e costi.

 

Come risparmiare per un tetto ventilato?

La valutazione di costi e metodi lavorativi che possiamo eseguire su Internet è ottenibile grazie alla richiesta ed al confronto di un numero adeguato di preventivi su siti web dedicati alla ristrutturazione come Edilnet, e nello stesso tempo ci consente di ottenere il miglior rapporto possibile tra qualità e prezzo e, quindi, di risparmiare.

Un altro metodo per risparmiare consiste nel fare uso delle agevolazioni e detrazioni fiscali previste per questo tipo di opere, rivolte all’efficientamento energetico di un immobile e quindi all’ottenimento di un incentivo per l’ecologia e la sostenibilità.

Condividi post

Commenta il post