Mestiereimpresa.it

Ristrutturare il bagno: suggerimenti per piccoli bagni

Oggi il bagno non deve solo essere funzionale, ma deve essere un luogo di conforto e tranquillità per dimenticare lo stress della nostra attività frenetica.

 

 

Come si deve fare se si ha a disposizione un bagno minuscolo? Come riconciliare la realtà e le aspirazioni? Se si sta ristrutturando la propria casa, si potrebbe considerare la possibilità di allargare il bagno, sempre che le opere di demolizione e le conseguenti trasformazioni siano possibili. Se questo non é il caso, non tutto è perduto: ci sono tanti trucchi per creare un bagno piccolo efficiente e gradevole.

 

Ecco alcuni suggerimenti per un bagno piccolo:

 

•    Utilizzate bene gli angoli, e sistemate lí il lavandino o vasca da bagno;

•    Preferite una struttura che combina doccia e vasca;

•    Evitate caloriferi in vista, che occupano molto spazio;

•    Usate dei mobili che possono essere riempiti bene, ed evitate cassetti troppo in alto che restano mezzi pieni;

•    Utilizzate porte scorrevoli invece che a battente.

•    Utilizzate specchi grandi per aumentare la dimensione percepita della stanza;

•    Usate luce e colori neutri per pavimenti, pareti e mobile – evitate I colori sgargianti e modaioli;

•    Utilizzate piastrelle di grandi dimensioni;

•    Utilizzate porte e cabine doccia trasparenti che non sono una barriera visiva, e lasciano un’impressione di maggiore spazio;

•    Installare I sanitari a muro e pareti della doccia basse, per aumentare la sensazione di spazio.

 

Prima di iniziare i lavori di restauro o comprare i materiali, fate un bozzetto in scala, controllate le dimensioni dei mobili, e siate sicuri di poter aprire ante, cassetti e porte con comodità. Se non vi sentite ispirati, chiedete aiuto ad un interior designer (magari trovandone uno della vostra zona su Edilnet) o a uno specialista del bagno, o cercate ispirazione nei saloni e negli showroom.

 

 

 

La vasca da bagno: suggerimenti per piccoli bagni

 

I bagni sono esistiti per secoli, ma la vasca tradizionale della nonna è stata da tempo sostituita da modelli più moderni e lussuosi. La funzione della pulizia oggi é più legata alla doccia; in un mondo stressato, un bagno caldo è piuttosto una forma democratica di relax.

 

Le vasche sono vendute in una varietà di dimensioni e formati. Ci sono ora vasche di forma ovale, rotonda, quadrata o esagonale. Prima di scegliere, prendere in considerazione lo spazio a disposizione è fondamentale.

 

Una vasca grande è molto bella, ma può dare una sensazione di soffocamento in spazi ristretti. Inoltre, vasche di grandi dimensioni richiedono più acqua,e per il lavaggio quotidiano é preferibile installare una doccia supplementare. Fortunatamente, ci sono soluzioni per bagni di piccole dimensioni: vasca da bagno con doccia integrata, vasca ad angolo e così via.

 

Per fornire il massimo possibile del relax, la vasca deve adattarsi perfettamente alla forma del corpo con un disegno ergonomico. Il corpo deve galleggiare liberamente nell’acqua calda, senza alcuno sforzo. Le vasche devono anche includere sistemi di sicurezza come le maniglie e uno strato antiscivolo sul fondo.

 

I dispositivi per il massaggio sono senz’altro da tenere in considerazione. L’effetto massaggiante può venire da getti d’aria o di acqua. Nel primo, il sistema rilascia aria calda dal pavimento e dalle pareti, creando bolle che danno un effetto generale di massaggio. Con il sistema ad acqua elettrico, l’acqua è spinta con getti pulsati e sviluppa un massaggio più intenso, ideale per le persone con dolore articolare o muscolare.

 

La maggior parte delle vasche sono realizzate in lamiera di acciaio smaltata o verniciata, anche se esistono soluzioni diverse come il PVC, il legno e le pietre naturali. I punti importanti nella scelta dei materiali sono: la facilità di manutenzione, la capacità di isolamento (per mantenere l’acqua calda più a lungo), e la durata.

 

La doccia: suggerimenti per piccoli bagni

Una bella doccia calda è ormai parte della nostra vita quotidiana, quindi non è strano che la doccia abbia seguito nel corso degli anni un’evoluzione verso maggiore comfort e lussuosità.

 

La doccia offre un lavaggio rapido, e utilizza molta meno acqua della vasca, con effetti positivi sul nostro ambiente. Date le sue piccole dimensioni, può essere sistemata in tutti i bagni, e ci sono possibilità per tutte le tasche. I modelli di lusso e con opzioni aggiuntive abbondano: docce con sedili, docce per due o più persone, docce con terapia dei colori e degli odori, cabine a vapore, con massaggio, e così via.

 

 

I rubinetti: suggerimenti per piccoli bagni

I produttori propongono una gamma completa e ampia di rubinetteria da bagno. Ci sono soluzioni e tecnologie e molto diverse sia per l’attivazione del flusso di acqua (rubinetti tradizionali, a mixer, a pulsanti, o anche a sensore infrarossi) che per impostazione della temperatura.

 

In particolare, le valvole termostatiche stanno diventando sempre più popolari, e sono molto interessanti per il risparmio energetico ed idrico. La maggior parte sono fornite con un controllo per i bambini, così che le loro manine curiose non possano scottarsi.

 

Oltre alle valvole termostatiche, ci sono altre tecniche che rendono il risparmio piú semplice, come gli economizzatori del flusso d’acqua che possono anche essere montati sui rubinetti esistenti. Per dare l’illusione di un grande flusso d’acqua, si può installare un aeratore sulla punta dell’erogatore. L’aeratore mischia l’acqua con l’aria, creando la sensazione di un getto pieno con meno acqua.

 

Alcuni rubinetti offrono finiture molto raffinate, come l’illuminazione integrata blu e rossa a seconda della temperatura. Anche sui materiali c'è molta possibilità di scelta. Il cliente dovrà scegliere tra differenze significative di prezzo e di qualità. La qualità è un aspetto molto importante, perché un rubinetto viene usato più volte al giorno.

 

La facilità della manutenzione é un altro fattore da non trascurare, come le condizioni della garanzia e la possibilità di ordinare parti di ricambio.

 

Il trattamento dell’acqua dura

 

Come valutare la durezza della mia acqua di rubinetto?

 

Vediamo che l’acqua è dura per la presenza di depositi di calcare su rubinetti e nella doccia, o peggio ancora, se gli impianti di riscaldamento non funzionano a dovere, o se c’é un basso flusso nelle condotte. Più scientificamente, la durezza può essere misurata usando un semplice kit. È anche possibile chiedere a una società specializzata nel trattamento delle acque di venire a fare una valutazione.

 

Quali dono i casi in cui è consigliato un addolcitore d’acqua?

 

I nuovi elettrodomestici sono molto più sensibili dei vecchi al calcare, in particolare le caldaie e le caldaie a condensazione che di danneggiano velocemente a causa del flusso di calcare. Fate i conti: se a causa di un guasto a causa del calcare, è necessario sostituire il bruciatore di una caldaia a condensazione, potreste spendere molto di piú che per l’installazione di un addolcitore d’acqua.

 

Molte persone hanno problemi di pelle secca, irritazione o altri problemi della pelle causati da acque dure. Un’acqua fresca riduce o elimina questi problemi.

 

L’acqua dolce può causare problemi?

 

Recenti ricerche accademiche dimostrano che l’acqua dolce non è assolutamente corrosiva. L’unico problema è che è più difficile risciacquare lo shampoo o la schiuma, perché l’effetto di formazione di schiuma è maggiore. I dispositivi moderni, tuttavia, consentono di regolare la durezza dell’acqua e lasciano qualche grado di calcare nell’acqua.

 

Qual è il prezzo medio di un addolcitore d’acqua?

 

Molto dipende dalla ditta e dalla qualità del prodotto. La formula più vantaggiosa e quello di farsi installare il dispositivo dal produttore stesso, che puó anche fornire assistenza post-vendita. Per quanto riguarda i dispositivi, più sono a buon mercato, piú in generale sono dispendiosi come consumo di energia, e meno durano nel tempo. I modelli più economici consumano il doppio dell’acqua e dei Sali rispetto ai migliori.

Sulla base di questi criteri, un addolcitore d’acqua per una famiglia di quattro persone può costare tra i 500 e i 2000 euro, esclusa IVA ed installazione. I sali di ricarica normalmente non hanno un costo rilevante. Un apparecchio consuma solitamente tra 3 e 4 € per l’energia elettrica all’anno.

 

Qual è la vita media di un addolcitore d’acqua?

 

La vita media dipende dalla qualità del prodotto e dalle condizioni di funzionamento. Un impianto dura in media dieci anni, ma i migliori possono durare 20 o 25 anni. L’installazione di un filtro contro la polvere e la sabbia puó allungare la vita del prodotto.

 

Come funziona l’addolcitore?

Quando l’addolcitore viene installato sulla linea di alimentazione idrica principale della casa, l’acqua passa attraverso un filtro con una resina speciale. Il calcare si deposita sulla resina, e dai tubi esce l’acqua dolce. L’apparecchio contiene un serbatoio con acqua salata e migliaia di pastiglie di sale.

 

Una volta che il filtro è saturo di calce, esso viene automaticamente ripulito con l’acqua salata. Il calcare e l’acqua salata devono essere scaricati nella rete fognaria, e il filtro deve pulito con acqua fresca.

 

A questo punto il dispositivo è pronto a fornire acqua pura e dolce per una settimana. La rigenerazione è automatica, e non c’è nulla da gestire manualmente, eccetto sostituire il sale di tanto in tanto.

 

Costo ristrutturazione bagno

 

Se vuoi ristrutturare un bagno di medie dimensioni, molte ditte specializzate in campo edile offrono questo servizio con la formula “servizio chiavi in mano” ed i costi vanno dai circa € 2900 ai € 6000 (sanitari inclusi).

Generalmente queste offerte riescono a soddisfare parte maggiore delle esigenze, sia per praticità, velocità che per qualità.

 

Alcuni dei prezzi per componenti singole:

  • miscelatore € 50.00
  • bidet e wc € 60.00 cadauno
  • lavabo € 60.00
  • piatto doccia circa € 80.00
  • cabina doccia circa € 250.00 ( struttura in vetro temperato e alluminio)

 

I prezzi sono approssimativi, riferiti a componenti di fascia media, senza particolari.

 

Per avere un preventivo dei costi bagno, ti consiglio di usare servizi online per preventivi gratuiti ed è uno dei migliori modi per poter risparmiare come spiegato su Blog.edilnet.it . In poco tempo avrai un preventivo esatto dei costi per la ristrutturazione bagno da un professionista della tua zona.

 

 


 

- Se questa mini guida con suggerimenti e consigli per ristrutturare un piccolo bagno ti è piaciuta, condividila pure con i tuoi amici.

Grazie! smiley

 

Condividi post

Commenta il post