Mestiereimpresa.it

Perché programmi la vacanza mesi prima e la ristrutturazione casa no?

Non so come fai tu quando organizzi le vacanze estive, ma io sono costretto a programmarle con mesi di anticipo per evitare di ritrovarmi a piedi all’ultimo secondo!

Innanzitutto devo trovare un accordo con mia moglie sulla destinazione, poi bisogna far coincidere i nostri periodi di ferie e infine, dopo aver effettuato la prenotazione, dobbiamo organizzare tutti i trasferimenti (e con un bimbo non è certo semplice!).


Del resto, per evitare di doversi accontentare di un alloggio qualunque, magari anche un po' fatiscente o ubicato addirittura a 5 km dal mare, è bene muoversi con il dovuto anticipo.

Inoltre, tutto tutto questo va fatto ogni anno!


Quanto spendi per le vacanze? 2.000€? 3.000€?


Quanto durano le vacanze? Una settimana? Due settimane?


Beh, è una cifra abbastanza contenuta da investire per un qualcosa qualcosa di breve durata, ma programmata con mesi di anticipo!


La ristrutturazione di casa tua necessiterà invece di molti più soldi e occuperà indubbiamente molto più tempo. Giusto?
Allora sei d’accordo con me quando dico che è indispensabile programmarla con molto anticipo?

 

 

Lo so... non ti verrebbe certo in mente di buttarti a capofitto in una ristrutturazione senza prima aver fatto bene i conti e senza averla pianificata con la dovuta attenzione…ma in realtà la programmazione di una ristrutturazione è qualcosa di molto più complesso di quello che pensi, soprattutto se non hai una sufficiente esperienza in tale campo.

Non si tratta semplicemente di decidere un budget, chiedere un paio di preventivi e dare il via ai lavori!

Per la corretta progettazione di una ristrutturazione, vanno eseguiti diversi passaggi obbligati, occorre compiere i passi giusti del dovuto ordine e non bisogna agire con eccessiva fretta. Per esperienza personale ti posso dire che, dal momento in cui si inizia realmente a pensare alla ristrutturazione al momento in cui i lavori prendono effettivamente il via, trascorrono solitamente almeno 3 mesi e a volte anche 6!

Questo accade anche se il tuo desiderio è quello di accelerare il più possibile il tutto.
Esistono infatti fasi che non possono essere improvvisate o lasciate al caso: occorre programmarle e seguirle scrupolosamente.

Innanzitutto devi specificare le tue esigenze e quelle della tua famiglia, tenendo conto di eventuali o possibili problematiche relative alla tua casa.

Quindi annota tutto su un foglio…scrivi qualsiasi cosa ti venga in mente, anche la più semplice o quella magari ritieni possa essere poco: potrebbe essere invece molto utile.


Poi devi definire un budget: probabilmente in questa fase non puoi avere la certezza che esso risulti adeguato ai lavori di cui necessiti, ma devi comunque stabilire una cifra: è un passo fondamentale per decisioni e scelte.

Giunti a questo punto, posso affermare che i passaggi più semplici sono giunti al termine...ma ora inizia la parte più complessa.


Devi contattare un architetto, ingegnere o geometra e devi esporgli il tutto fornendogli un chiaro quadro chiaro della situazione: questo è ovviamente indispensabile perché egli possa provvedere ad eseguire il proprio compito.

Trascorreranno probabilmente alcune settimane, lasso di tempo in cui in cui ti sarai sicuramente confrontato più volte con il professionista a cui ti sei affidato: ci saranno senz'altro aspetti riguardanti la tua casa da chiarire o da discutere, scelte da portare avanti o da modificare.

Già in questa fase il tecnico a cui ti sei rivolto potrà fornirti una descrizione abbastanza attendibile delle opere da eseguire, così scoprirai se esse potranno rientrare nel budget che avevi inizialmente previsto, oppure se dovrai apportarvi delle modifiche.


A questo punto dovrai rivolgerti almeno a tre differenti imprese a cui sottoporre progetto e cifra prevista da investire, chiedendo loro di presentarti un’offerta.


Ecco perché esistono siti web come Edilnet.it, i quali, tramite una semplice richiesta,
possono offrirti gratuitamente fino a 4 preventivi gratuiti provenienti da aziende della tua zona.


Sulla base delle offerte ricevute e delle indagini fatte su di essere, potrai scegliere a chi affidare i lavori.


Ti assicuro che nel frattempo, i tre mesi di cui abbiamo inizialmente parlato, saranno
abbondantemente passati...ma nonostante ciò, manca un ultimo ed essenziale passaggio: devi presentare le pratiche in Comune (pratiche preparate precedentemente dal tecnico incaricato): solo a questo punto, se tutto risulterà regolare, i lavori potranno finalmente avere inizio!


Ricorda: se intendi avere un buon controllo su costi e spese, la preparazione è indubbiamente la parte più importante di una ristrutturazione

Condividi post

Commenta il post