Mestiereimpresa.it

Perchè il cartongesso è pratico e funzionale

Realizzazione di pareti divisorie, controsoffitti, armadi a muro, mensole e colonne, sono solo alcune delle opere rese possibili, e a costi contenuti, da questo eccezionale materiale, il cartongesso.

Il cartongesso viene realizzato con gesso estratto dalle cave impastato e compresso tra due cartoni di grosso spessore. Modesto all’apparenza, il cartongesso è un materiale dalle molteplici ed insospettate qualità: è resistente al fuoco, all’acqua ed alle scosse sismiche, ma è anche un buon isolante sonoro e, per finire, produce una ridotta quantità di detriti.

 

Il cartongesso soddisfa al meglio tutte le situazioni che possiamo incontrare in una ristrutturazione edilizia: possiamo realizzare pareti dritte o curve, l’intercapedine può ospitare materiale isolante ed impianti, può essere utilizzato per dividere gli ambienti ma anche per isolarli termicamente, senza considerare inoltre la facilità e rapidità di posa. Da considerare inoltre la facilità e i costi contenuti con cui è possibile modificare lavori in cartongesso, senza andare minimamente a toccare le opere murarie.

Insieme ai molti vantaggi però dobbiamo anche menzionare alcuni svantaggi del cartongesso: questo materiale mal si presta per assicurare chiodi o tasselli, quindi se vogliamo appendere quadri lampade o mensole dovremo procurarci dei prodotti specifici per il cartongesso. Un altro svantaggio è dato dalla natura particolarmente elastica dei pannelli; urti accidentali possono facilmente provocare bozzi e ammaccature sulla superficie.

Prodotto in pannelli di vario spessore, viene posto in opera su strutture portanti in legno o acciaio con chiodi o tasselli.

La realizzazione di una parete in cartongesso inizia con il fissaggio dello scheletro, iniziando dalla traversa a pavimento e da quella a soffitto, per continuare poi con quelle verticali, messe in opera con l’aiuto di un filo a piombo e fissate con dei tasselli.

Sistemato lo scheletro si può procedere alla messa in opera dei pannelli in cartongesso. Quindi si stuccano gli interstizi tra i pannelli e si inferiscono gli angoli, e si conclude con un sottile strato di gesso e con la sua lisciatura.

A questo punto la messa in opera del cartongesso è conclusa, la parete può essere rifinita con una tinteggiatura o rivestita con piastrelle. 

Condividi post

Commenta il post