Mestiereimpresa.it

Le migliori pitture per interni

Le pitture per interni sono un espediente fondamentale per la completa realizzazione della propria casa, sia dal punto di vista estetico che da quello funzionale: le pitture per interni hanno diverse caratteristiche e diverse variazioni di colore...

 

 

Pitture per interni: le caratteristiche

 

Le migliori pitture per interni vanno scelte in relazione alla tipologia della propria abitazione, considerando molti fattori importanti tra cui l'arredamento e la quantità di luce che attraversa le pareti di casa, se si vuole ottenere un accordo cromatico nell'ambiente in cui si abita.

 

Vi sono diverse tipologie di pitture per interni, provenienti da moltissimi colori, un altro fattore importante da considerare prima di scegliere le pitture adatte per gli interni della propria casa, è anche il materiale della parete, se di cemento o in cartongesso (quest'ultimo più frequente nei locali ad uso commerciale).

 

Pitture per interni: le tipologie

 

Ecco diverse tipologie di pittura per interni: pittura lavabile, pittura superlavabile, pittura traspirante, pittura termoisolante, pittura acrilica.

 

La pittura lavabile, come dice lo stesso termine è un tipo di pittura che si può lavare senza lasciare macchie e segni con la spugna o gli stracci, e in genere alla vista ha un effetto plastificato. Le principali caratteristiche della pittura lavabile, sono l’idrorepellenza e l’elevata lavabilità.

 

La pittura superlavabile, con le stesse caratteristiche della pittura lavabile, è dotata di una grande qualità e resistenza che la distingue da tutte le altre tipologie di pitture. La pittura superlavabile si può tranquillamente pulire con una comune spugna umide, ma nonostante ciò è sempre meglio non usare dei detersivi molto aggressivi.

 

La pittura traspirante è un tipo di pittura per interni maggiormente resistente all'umidità rispetto alle altre tipologie, per questo motivo è una pittura soprattutto indicata per gli ambienti umidi come ad esempio il bagno e la cucina. Sono i biocidi, ovvero sostanze chimiche in grado di impedire la formazione di muffe a caratterizzare le pitture per interni traspiranti, un tipo di pittura, tra l'altro che può essere facilmente lavata.

 

 

La pittura termoisolante è un tipo di pittura per interni che si trova sul mercato da tempi più recenti rispetto alle altre; caratterizzata da trasmittanza termica, la pittura termoisolante è composta da microsfere che creano dell'area tra il muro e la stessa pittura, portando quest'ultima a diventare resistente alla formazione di condensa che spesso si crea sulle pareti dove si manifesta la differenza di temperatura tra esterno ed interno.

 

Le pitture acriliche sono una tipologia di pittura in grado di aderire a tutti i tipi di superficie, tra cui le più difficili come il legno, il cartongesso e i metalli. Queste pitture hanno le resine acriliche con dei pigmenti che rimangono stabili nel tempo, così la pittura rimane pulita nel tempo perchè poco sensibile al calore. Un esempio di pittura acrilica è la pittura effetto lavagna che aderisce su tutte le superfici come muri, porte, cartongesso e su qualsiasi altro oggetto che diventa così una vera e propria lavagna su cui si può scrivere e disegnare.

 

Pitture per interni: come sceglierle

 

Le pitture per interni si scelgono in base ad alcuni fattori che riguardano le caratteristiche della parete su cui andranno ad assere utilizzate.

E' opportuno assicurarsi che il muro da dipingere non sia poroso o presenti delle crepe, in tal caso è doveroso riempire le crepe con dello stucco. Successivamente si deve usare dell'isolante per poter ottenere una tinta uniforme, ma nel caso si voglia utilizzare una seconda pittura da stendere sulla prima, è opportuno fare attenzione ad usare una nuova pittura compatibile con la vecchia, in genere si possono fare delle piccole prove su porzioni di parete per poter verificare l'effetto finale, tale procedimento si può adoperare anche sulla carta da parati, se completamente integra sul muro.

 

Scegliere le migliori pitture per interni significa fare molta attenzione soprattutto quando si deve utilizzare una prima imbiancatura sul muro, assicurandosi che questo sia completamente asciutto. (Ecco un approfondimento pubblicato sul Blog.Edilnet.it su cosa bisogna sapere per scegliere le migliori per interni)

Si può scegliere la prima pittura da utilizzare solo dopo sei mesi dall'intonaco di una nuova parete, su cui è sempre consigliabile applicare il fondo.

Tale fondo predispone le superfici ad una efficiente aderenza del colore, evitando che compaiano dei fastidiosi aloni a lavoro ultimato, quando cioè si verificano diverse modalità di assorbimento su differenti zone della parete.

Ogni tipo di pittura ha il suo corrispondente fondo in base alla composizione chimica delle vernice.

 

Pitture per interni: i colori più di moda

 

Le pitture per interni possono avere tantissime gradazioni di colore, ma la scelta delle migliore pittura per interni verte spesso sull'insieme dell'arredamento che caratterizza la propria abitazione, infatti i gusti sui colori sono strettamente personali, e si può variare dai colori in contrasto ai colori accordati a quelli più neutri.

In genere le tonalità più scure si addicono ad ambienti più eleganti, seriosi, portando però la percezione umana a vedere lo spazio come più ristretto e meno arioso, nonostante la notevole accoglienza di cui potrebbe essere caratterizzato.

Le tonalità chiare invece esaltano la luminosità di uno spazio, la sua ampiezza e la sua vivibilità soprattutto durante il giorno.

In genere se l'ambiente ha un'illuminazione che proviene da nord è consigliabile utilizzare pitture per interni dalla tonalità calda e luminosa, mentre se la luce proviene da sud è meglio scegliere pitture per interni dalla tonalità neutrale e delicata.

 

Secondo la cromoterapia, la disciplina che studia gli effetti dei colori sulle emozioni umane, è possibile utilizzare le migliori pitture per gli interni della propria casa facendo riferimento all'umore che si vuole avere mentre si vive la propria abitazione.

 

Nell'ultimo anni i colori più di moda per le pitture degli interni sono stati: il viola e il violetto per un ambiente elegante, verde e grigio pastello per un ambiente più arioso e luminoso, il bianco, il grigio e il rosa per avere un ambiente dai toni leggeri, variazioni di blu, verde e grigio sono quelle negli ultimi tempi più utilizzate per le pitture delle cucine, dei bagni e dei soggiorni.

 

Pitturare casa: a chi rivolgersi?

 

Per pitturare casa ci si può rivolgere a diversi rivenditori di prodotti per la casa, tra cui i negozi che vendono oggetti di home decoration e home design. Tali negozi si possono trovare anche nei vari centri commerciali.

 

On-line siti web di imprese specializzate che come Edilnet.it permettono di contattare, con una semplice richiesta online, i diversi rivenditori di pitture per interni o imbianchini della propria zona gratuitamente.

 

 

E' per questo che è sempre più facile trovare la miglior soluzione al miglior prezzo.

 

Condividi post

Commenta il post