Mestiereimpresa.it

Gli errori da evitare nella tua ristrutturazione

Ecco qui una lista, che ho redatto, di errori da evitare assolutamente nel pianificare ed eseguire la tua ristrutturazione di casa.

 

 

1 Comprare materiali economici

Uno dei principali errori di chi vuole ristrutturare casa consiste nel comprare materiali economici. Il messaggio di fondo è che otterrai ciò per cui hai pagato. In altre parole se non puoi permettertelo non farlo.

 

2 Misure non accurate

Nancy Soriano, già editore capo della rivista Country Living dice: “Non potrò mai enfatizzare abbastanza quanta differenza possa fare un centimetro o anche mezzo centimetro. E se le tue dimensioni sono sballate e non risultano in qualcosa di uguale o simmetrico, non avrai mai l’effetto voluto. Se non sei sicuro di come prendere misure non esitare a chiedere aiuto a chi è capace di farlo”

 

3 Saltare la preparazione

Fallo subito e fallo giusto. Perché questo sia possibile è importante non trascurare il lavoro di preparazione e prendere il tempo necessario. È un processo terribile ed odioso, nessuno ama farlo, ma aiuta a risparmiare un sacco di tempo più tardi. E questo è proprio ciò che ti interessa: risparmiare tempo e denaro.

 

4 Rompere tutto

Accertati di avere un piano ben definito prima di cominciare, perché non vuoi iniziare e distruggere tutto ciò che c’è in casa quando potresti risparmiare molte aree senza coinvolgerle nei lavori.

Si vede sempre più spesso persone iniziare un lavoro semplice per togliere ad esempio un pezzo di carta da parati, per ritrovarsi alla fine del lavoro in un buco nero da cui è difficile uscire.

 

5 Uso eccessivo di nastro adesivo

Usate il nastro adesivo solo per fini decorativi. Il nastro adesivo non è una soluzione permanente, ma solo temporanea. La gente tende ad usare il nastro adesivo perché il suo impiego è veloce e facile, ma è sicuramente solo una soluzione temporanea. Non lasciatelo in uso per più di un paio d’ore. Mai.

 

6 Usare strumenti sbagliati

Ci sono veramente almeno tre problemi legati all’uso di strumenti sbagliati: puoi rompere lo strumento, puoi rovinare il tuo progetto e puoi farti male.

 

7 Riempire un bagno piccolo

Se devi fare un bagno piccolo, usa i mobili adatti. Puoi usare lavandini e mobili piccoli senza provare a metterne di taglia normale con il risultato di avere un bagno troppo pieno.

Per i colori e i motivi da usare in spazi piccoli, il suggerimento è di essere audaci e usare colori e motivi sgargianti che facciano passare in secondo piano l’angustia dello spazio.

 

 8 Ignorare l’illuminazione

Un altro errore che i proprietari di casa fanno spesso è di non considerare adeguatamente l’illuminazione dei propri ambienti. La luce può cambiare completamente i colori, le sensazioni e l’ambiente. Ci sono almeno tre tipi di illuminazione: l’illuminazione generale (lampadari da casa), l’illuminazione di supporto (faretti e LED da ufficio) e l’illuminazione teatrale o di accentuazione (per evidenziare oggetti o ambienti specifici).

 

9 Essere troppo “alla moda”

Molte persone fanno l’errore di voler essere troppo “trendy” o all’ultima moda scegliendo le ultimissime trovate senza tener conto che alla moda spesso significa a breve termine. Tu vuoi qualcosa che superi la prova del tempo e duri per anni ed anni.

 

10 Dimenticare la sicurezza

Per la tua sicurezza le cose più importanti da non dimenticare nel luogo che stai ristrutturando sono occhiali protettivi da usare per lavori che producono schegge, polvere e fumi, protezioni per l’udito in caso di lavori estremamente rumorosi e guanti da usare il più possibile per migliorare la presa e proteggersi da tagli ed abrasioni.

 

 


 

- Se questa mini guida con gli errori da evitare nella tua ristrutturazione ti è piaciuta, condividila pure con i tuoi amici.

Grazie! smiley

 

Condividi post

Commenta il post

Impresa Rosso Maurizio 10/25/2019 15:23

Voglio aggiungere che un grande problema che affligge le case realizzate in passato è che sono zeppe di materiali non proprio salutari per l'uomo.

Non fraintendermi: non sei in imminente pericolo di vita continuando ad abitare in casa tua, però devi essere consapevole che a partire dagli anni cinquanta, quando c'è stata una massiccia e rapidissima crescita del numero di abitazioni, la qualità costruttiva non è stata messa al primo posto.

Anzi: gli sviluppi tecnologici hanno portato a realizzare le case utilizzando materiali moderni che all'epoca erano considerati innocui ma che negli anni si sono rivelati essere molto pericolosi.

Il primo esempio che mi viene in mente è sicuramente l'amianto, di cui è stata dimostrata la cancerogenicità da molti anni, e con cui è stato realizzato di tutto: a partire dai tetti delle case per finire con le condutture idriche che ancora corrono nei muri di moltissimi condomini.

Ma non è di certo l'unico materiale poco salubre che si può trovare dentro le case: pitture, arredi, pavimenti, impianti...sono tutti elementi che, se datati, possono essere causa di inquinamento dell'aria per i materiali di cui sono realizzati.

In realtà anche al giorno d'oggi, se decidi di utilizzare nella tua ristrutturazione materiali molto economici, corri gli stessi rischi.

Una possibile soluzione al problema di ottenere ambienti salubri è realizzare la tua ristrutturazione applicando i principi della bioedilizia:

Una progettazione attenta alle caratteristiche del sito;
La realizzazione di un involucro molto performante;
L’utilizzo di materiali naturali;
L’utilizzo di impianti a basso consumo energetico;
Una pianificazione del ciclo di vita dell’intero immobile.

La bioedilizia è nata come disciplina relativamente alla costruzione di nuovi edifici, quindi i principi che leggi qui sopra non sono completamente applicabili ad una ristrutturazione, soprattutto se la tua casa si trova in condominio.

Però è possibile prendere il meglio da questi principi e adattarli alla tua ristrutturazione.

Alan 10/25/2019 15:24

Grazie Maurizio del tuo contributo. Buon lavoro!