Mestiereimpresa.it

Decorare le pareti, ecco una serie di consigli utili

Come ripetiamo spesso dalle pagine del nostro blog, la ristrutturazione della casa è una operazione che può essere eseguita anche in maniera del tutto autonoma, se si hanno un po' di basi di "bricolage", tempo a disposizione e volontà a rimboccarsi le maniche. Oggi cerchiamo di offrire qualche spunto a chi è alle prese con il restyling delle pareti della propria abitazione, provando a coniugare l'obiettivo estetico con una funzione pratica da non trascurare.

Creare un armadietto a muro

Il primo suggerimento ci arriva dalle pagine di bricoportale, uno dei più affermati siti del mondo Diy in Italia, che dedica un interessante approfondimento alla costruzione di un armadietto a muro con cornice: in pratica, si tratta di sfruttare una nicchia presente nelle mura di una parete (o di costruirne una, avendone la possibilità e rispettando sempre le normative) per creare una sorta di "cantina" a vista, conservando le bottiglie di vino più pregiate e impreziosendo il vano con una cornice antica, così da arredare in maniera originale lo spazio.

Utilizzare le piastrelle adesive

Chi invece non ha tanto spazio a disposizione o non vuole effettuare interventi di muratura "pesanti" può anche far ricorso a tecniche molto più immediate, come la decorazione delle pareti con piastrelle adesive: gli ultimi sviluppi della tecnologia in materia rendono queste soluzioni praticamente "identiche" alle piastrelle vere, con una semplificazione evidente per la loro disposizione. In questo caso, possiamo optare su rivestimenti hi-tech come piastrelle viniliche o finti azulejos, che consentono di variare il tono delle mura di casa.

Un tocco retrò con i mattoncini

Discorso simile, ma materiale differente per il nostro terzo spunto, ovvero l'applicazione di mattoncini per incorniciare un angolo del muro di una stanza: che siano white bricks o i red bricks che "fanno" tanto New York, il risultato finale è sicuramente di grande impatto scenico. Anche qui si può tentare la strada del risparmio, acquistando mattoncini adesivi che non necessitano di particolari competenze per il fissaggio.

Sticker e carta per il restyling

Abbandonando le soluzioni parziali, passiamo a offrire un suggerimento "tout court", ovvero la posa di carta da parati a coprire eventuali zone da rinfrescare del proprio appartamento: negli ultimi anni, i produttori del settore hanno semplificato la vita anche ai non professionisti, promuovendo tanti modelli di carta facile da stendere e da applicare in maniera del tutto autonoma. A proposito di adesivi, poi, una delle tendenze più attuali è quella di ricoprire la parete di sticker di varia "provenienza", che creino effetti visivi particolari e creino scorci affascinanti e speciali "finestre" sul mondo.

Cornici vuote per un intervento veloce

Se l'obiettivo è semplicemente dare un tocco innovativo a una parete (in buono stato di tinteggiatura), si può anche optare per una soluzione tanto semplice quanto efficace: appendere solo le cornici vuote, sbizzarrendosi con le opzioni per creare effetti particolari. E così, le cornici possono essere in accordo cromatico o a contrasto con la parete, di forma uguale o tutte differenti, con molteplici possibilità di cambiamento; e nulla vieta, in futuro, di "riempire" le stesse cornici per rinfrescare di nuovo lo stile della stanza.

L'ultima novità, i cavi per comporre frasi

In tema di novità, una delle tendenze più recenti è l'utilizzo dei cavi elettrici (presenti inevitabilmente in tutte le abitazioni!) come elemento di design: basta considerarli alla stregua di "fili" e impiegarli per comporre scritte o disegni sulla parete, fermando il cavo nei punti necessari attraverso chiodini o puntine.

Condividi post

Commenta il post

Fabio 03/28/2019 08:04

Articolo con ottimi suggerimenti. Per quanto riguarda la carta da parati confermo che oggi esistono vari modelli che consentono un'applicazione semplice e più veloce rispetto i parati di un tempo. Ne è un esempio la carta da parati TNT composta da un tessuto non tessuto a base di cellulosa (100% fibre di tessuto non tessuto traspirante di qualità) e resistente all’umidità. La carta da parati infatti è stabile nelle dimensioni e non si deforma, non si strappa e può ricoprire facilmente le crepe e le irregolarità sulle pareti.

Alan 03/28/2019 08:07

Buongiorno Fabio - possiamo intervistarti e recensire il tuo sito web.

Se volessi non esitare a contattarci: ristrutturazioni.over-blog@outlook.com

Saluti