Mestiereimpresa.it

Come realizzare la cucina dei sogni

Dopo l’acquisto della casa, la cucina è probabilmente la spesa più grande che farete.

Scegliete saggiamente e durerà venti anni e più, perciò siate certi della cucina che acquistate. Iniziate scrivendo tutto quello che non vi piace della vostra attuale cucina, intendo proprio tutto, dal colore fino agli applique dei tiretti. Da questo poi create una lista dei desideri su tutto quello che vorreste la nuova cucina comprendesse. Poi dividetela in due liste, una “devo assolutamente averlo” e una “sarebbe bello averlo”.

 

Cercate di immaginare e pensate alla cucina così come la vorreste, includendo piano e rivestimenti. Il piano cucina è quella cosa che si dimentica più spesso nell’euforia del momento ma che dovrete pulire più spesso. Quindi occhio ai dettagli ma soprattutto alla sostanza.

A questo punto, carte alla mano, potete iniziare il giro di negozi e espositori, siate certi di visionare una vasta gamma di cucine. Non disdegnate i piccoli rivenditori nella vostra zona, sarete sorpresi dalla gamma che saranno in grado di offrirvi sulla base del vostro budget. In molti casi l’esperienza di un piccolo produttore di cucine non è da sottovalutare, soprattutto comparato all’offerta di tipo “industriale” di un grosso centro di distribuzione. E se il design della cucina che vogliamo è semplice saremo in grado di risparmiare qualcosa in più.

Comprare una cucina non è assolutamente come comprare un vestito o un telefono. Non possiamo farci prendere dall’euforia del momento e dalla quantità di dettagli scintillanti e innovativi. Invece pianificate la vostra cucina come suggerito in precedenza, siate certi di confrontare prezzi e qualità dei materiali di più fornitori, in modo da essere sicuri di acquistare la migliore cucina che potete permettervi al prezzo che vi siete preposti.

Ci sono modi per risparmiare sulla spesa ovviamente. Il primo è quello di ridurre la somma destinata agli elettrodomestici. Passare dal top della gamma a quella leggermente al di sotto vi farà risparmiare non poco pur offrendovi massima funzionalità e durata.

Mentre scegliere un piano cucina in finta pietra al posto del granito vi farà risparmiare ulteriormente. Allo stesso modo risparmierete scegliendo un numero inferiore di scomparti ma più grandi invece di un numero maggiore ma più piccoli.

Sono sempre il disegno della cucina e la sua disposizione ad attrarre l’attenzione degli ospiti, con dettagli come ripiani in vetro vani illuminati e maniglie scelte ad arte. Allo stesso modo fate attenzione alla scelta dei rivestimenti, uno o due metri quadri di costose piastrelle non incideranno sulla spesa finale ma possono fare la differenza e creare il famoso effetto “wau”. 

Dettagli da non sottovalutare e su cui non fare economia sono quelli che non si vedono.

Risparmiare su cerniere e guide soggette a un uso costante non è il miglior modo di economizzare, così facendo invece andremo a intaccare la durata della cucina visto che questi sono la spina dorsale del suo buon funzionamento. Cerniere e guide devono sempre essere di buona qualità e fattura, come regola generale potremmo dire più spesse sono meglio è.

E infine l’installazione. Come sempre il nostro consiglio è quello di rivolgersi ad artigiani qualificati. Pensare di risparmiare qualcosina montando il tutto da se potrebbe essere rischioso. Un bravo artigiano oltre a fare il lavoro velocemente e senza rischi può darvi ottimi consigli in corso d’opera, facendo sembrare la cucina più costosa di quanto avete speso in realtà.

Condividi post

Commenta il post