Mestiereimpresa.it

Arredare casa: i 10 errori più comuni da evitare

Qualche piccolo ritocco in casa vostra può fare la differenza. Essere consapevoli della differenza tra buon gusto e cattivo gusto può trasformare uno spazio angusto e caotico in uno spazio organizzato e tranquillo, in grado di dare un senso di ordine e di equilibrio. Continuate a leggere e vi forniremo alcuni esempi che vi aiuteranno a distinguere ciò che è giusto da ciò che è sbagliato.

1. Non appesantite l’ambiente

Non ci vuole molto per trasformare un ambiente ben arredato e pensato in un ambiente che somiglia alla vetrina di un robivecchi.

I vostri mobili dovrebbero avere la funzione di riempire il vostro spazio e crearne uno che è sia attraente che funzionale. In ogni stanza ci dovrebbe essere abbastanza spazio per creare movimento e flusso. Una stanza non dovrebbe mai farvi sentire stretti all’interno di essa. Se questo è il caso allora provate a spostare o rimuovere un pezzo dell’arredamento per vedere se aiuta. Molto spesso non si tratta di troppi mobili, ma del posizionamento dei mobili. Se dopo aver spostato uno o due pezzi avvertite l’ambiente come stretto, allora è il caso di rimuovere qualcosa. Sarete sorpresi della differenza. Spazi e camere eccessivamente arredate fanno apparire lo spazio più piccolo, e allo stesso tempo rendono più difficile il movimento al proprio interno.

2. Non cercate di farci entrare tutto

Come accade per un paio di jeans di taglia troppo piccola, i mobili devono calzare l’ambiente. Mobili con dimensioni troppo piccole renderanno e faranno apparire l’ambiente sbilanciato e scomodo. Al contrario mobili troppo grandi faranno sembrare la stanza molto stretta. È buona norma prima di pensare alla nuova disposizione dei mobili, e certamente prima di acquistarne di nuovi (divano, tavolo, cassettiere, letto, ecc.), assicurarsi di misurare larghezza e profondità degli ambienti per essere consapevoli degli spazi che si andranno ad arredare. Non farlo potrebbe risultare in un costoso errore.

3. Non create disordine

Il segreto sta nel non creare disordine. In termini di accessori meno significa meglio, come con il mobilio.

Un senso di equilibrio, ordine, calma, flusso e movimento sono essenziali per qualsiasi spazio ben arredato. Quando c'è troppo disordine si crea troppa distrazione e l'ordine svanisce. Il problema può essere risolto facilmente, eliminando un paio di oggetti. Date un'occhiata a quello che avete e dividetelo in tre categorie:

1. Le cose che contano;

2. Le cose che sono importanti;

3. Quelle cose di cui non potete fare a meno.

Togliete tutto ciò di cui potete fare a meno. Se necessario continuate e rimuovete oggetti fino a ripristinare ordine ed equilibrio negli ambienti.

4. Non siate vittime della scarsa illuminazione

L'illuminazione è fondamentale nell’arredamento. È uno degli elementi più importanti del design. Il vostro spazio dovrebbe avere tutta l’illuminazione naturale possibile. Non ostruite fonti di luce naturale con tende e accessori mal posizionati . Anche una giornata nuvolosa permette l’ingresso di tanta luce naturale. Migliorare la quantità di luce naturale con il posizionamento di specchi per consentire alla luce di rimbalzare all’interno degli ambienti. All’interno di ogni stanza si dovrebbe avere più di una sorgente luminosa. Aggiungete lampade e applique in proporzione e dimensioni adeguate  per migliorare l'illuminazione se necessario. Quando richiesto la luce dovrebbe essere sufficiente per illuminare ma non troppo forte da dare fastidio.

5. Non scegliete i mobili prima di aver scelto il colore delle pareti

Scegliete il colore delle pareti prima di scegliere il vostro arredamento (divani, tappeti, ecc.). Vi sarà molto più difficile abbinare un mobile al colore della stanza che fare il contrario. Vi consigliamo come prima cosa di procedere alla scelta del divano o divani. Portate sempre con voi palette di colori o campioni di tessuto durante le fasi della scelta. Procedete inoltre a stendere vari campioni di colore sulle pareti e verificare l’effetto della luce esterna sul colore durante le ore del giorno. Quel colore che vi piace molto potrebbe non piacervi più in caso di scarsa o eccessiva illuminazione. Lasciate i campioni di colore sulle pareti per almeno 24 ore, questo vi aiuterà notevolmente nella scelta del colore finale.

6. Non sottovalutate la spesa

Non siate troppo ansiosi. Non acquistate troppe cose. Non acquistate tutto in una volta sola. E non spendete troppo. Comprate il meglio che potete permettervi oggi, non quello che pensate di potervi permettere domani. Mettete a disposizione un budget per le spese che desiderate fare, e attenetevi a esso. Non è necessario acquistare tutto in una volta sola. Uno spazio ben arredato è anche uno spazio che viene curato e arredato nel tempo, quindi è meglio procedere lentamente ma essere sicuri di quello che si fa.

7. Non abbastanza varietà

Non acquistate tutte le vostre cose dallo stesso fornitore o negozio. Bisogna che tutto sia ben coordinato, ma bisogna che tutte le cose non sembrino uguali. Uno spazio non sarà mai ben arredato, dotato di personalità e carattere, se tutti gli oggetti sembrano uguali. Può darsi che vogliate ricreare un arredamento dopo averlo scelto su un catalogo o una rivista, ci sono però grosse possibilità che il risultato finale non assomiglierà al catalogo.

8. Non nascondete le finestre

Posizionare bastoni per le tende troppo bassi è un errore molto comune. I bastoni per le tende dovrebbero essere posizionati il più vicino possibile al soffitto per creare un senso di altezza e generosità. Tende che sono posizionate troppo basse invece, daranno l’impressione di un soffitto più basso, e la stanza di conseguenza sembrerà più piccola di quello che realmente è.

Bisogna inoltre mantenere la proporzione delle tende rispetto alle dimensioni delle finestre, allo stesso modo utilizzare un tessuto che non blocchi completamente i raggi solari e faccia risaltare le dimensioni delle finestre stesse.

9. Non posizionate tutti i mobili contro le pareti

Questo può essere, forse, l’errore più comune. Ciò che si vuole fare è mettere insieme i pezzi d’arredamento in modo da creare una sottile linea che crei un dialogo. Facendo questo creerete un percorso se vogliamo, che permetterà alle persone di muoversi attraverso e intorno ai vari mobili. Mettendo insieme i vostri mobili creerete una piccola scena. Naturalmente, non vi stiamo dicendo di non collocare i mobili lungo le pareti, non vorremmo che andassero tutti li… a meno che non organizziate una grande festa e avete bisogno di una pista da ballo nel mezzo!

10. Quando manca un punto focale

Un punto focale dà senso e ordine ad ogni ambiente. Trovate quella cosa che volete la gente noti quando entra in una stanza. Dovrebbe essere qualcosa di grande e che salta all’occhio. Optate per qualcosa come una grande vetrata, il camino, un’opera d’arte. Utilizzate quest’oggetto come punto focale e procedete arredando l’ambiente intorno ad esso. Fatto questo la stanza sembrerà ben pensata, organizzata e equilibrata. È possibile, nel caso, avere e utilizzare più di un punto focale.

Condividi post

Commenta il post