Mestiereimpresa.it

Suggerimenti per vendere casa a Napoli rapidamente

Alcuni nostri suggerimenti per vendere una casa a Napoli rapidamente

Alcuni nostri suggerimenti per vendere una casa a Napoli rapidamente

 

Cerchi consigli per vendere casa a Napoli? Sei nel posto giusto. In questo articolo cercheremo di darti dei suggerimenti pratici per proporre con successo il tuo immobile sul mercato e per realizzare il massimo nel minor tempo possibile. Come? Semplicemente facendo le mosse corrette in un processo, come quello di compravendita immobiliare, piuttosto articolato.

 

Come fare per vendere velocemente a Napoli e perché è importante?

Vendere la casa in modo rapido è importante sia per monetizzare in tempi brevi (per esempio se si ha necessità di reinvestire in un’altra casa), sia per evitare una svalutazione dell’immobile medesimo. Il primo passo da compiere è quello di una valutazione professionale del prezzo che sia realistica e veritiera.

I siti delle agenzie immobiliari sono utili per trovare spunti di analisi, a patto che siano di agenzie specializzate: come ad esempio il Blog di Leonardo Immobiliare che offre suggerimenti interessanti per vendere casa a Napoli a cominciare dalle quotazioni immobiliari diversificate sulla base di parametri oggettivi, quali ad esempio:

 

  • Stato di conservazione dell’immobile.

  • Metratura.

  • Zona di ubicazione.

  • Classe energetica.

 

Se si decide di procedere autonomamente, ovvero senza un supporto professionale, si corre il rischio di stabilire un valore fuori mercato, solitamente troppo alto, il che rende la vendita della casa a Napoli città, come in altre zone più o meno periferiche, molto difficile.

L’immobile finisce per svalutarsi e il ritocco al ribasso del prezzo diventa a quel punto inevitabile. Viceversa una valutazione professionale, è efficace perché basata sulle quotazioni più recenti. Avere un prezzo giusto e competitivo rende l’immobile appetibile e i tempi di attesa per la vendita decisamente più corti, anche grazie alla pubblicità garantita dall’agenzia che propone la tua casa al giusto target di clientela.

 

Due fattori da considerare prima di vendere casa a Napoli

Insieme alla zona, lo stato di conservazione è uno dei fattori determinanti per stabilire il prezzo dell’immobile. A parità di zona e di metratura, una casa ben tenuta e ben presentata ha molte più possibilità di essere venduta non soltanto più rapidamente, ma anche a un prezzo più alto.

Ciò non significa doversi sobbarcare degli onerosi lavori di ristrutturazione prima di mettere sul mercato l’immobile. Bastano alcuni piccoli accorgimenti finalizzati a “mascherare” i difetti più evidenti. Fondamentale, ad esempio, è evitare di far trovare - durante la visita di possibili acquirenti - infissi rotti o mattonelle scheggiate e in generale elementi difettati, oppure che non funzionano.

Anche la tecnica dell’home staging può essere di aiuto. Si tratta di allestire le stanze per presentarle al meglio ai potenziali compratori. In pratica è un ritocco di trucco per la casa che sarà pronta per farsi vedere al massimo attraverso piccole accortezze relative a colori, punti luce, effetti visivi e olfattivi.

Le prime impressioni che leghiamo alla vista di un oggetto infatti sono estremamente sensoriali: un buon odore, la luce di una candela, un elemento architettonico bene evidenziato possono fare la differenza nella scelta di acquisto.

Il secondo fattore sul quale richiamiamo la tua attenzione è di tipo burocratico. Prima di mettere sul mercato la tua casa, o qualsiasi tipo di immobile, è necessario accertarsi che la documentazione sia completa e in regola.

Un problema di tipo catastale e/o una sanatoria pendente possono notevolmente rallentare il processo di compravendita, se non addirittura invalidarlo. Quale è la documentazione da avere pronta per presentarsi serenamente davanti al notaio e non avere brutte sorprese? Ecco un mini elenco di riferimento:

 

  • APE (Attestato di Prestazione Energetica).

  • Planimetria catastale.

  • Atto di compravendita dell’immobile.

  • Visura ipotecaria dell’immobile.

  • Documenti che attestano la regolarità sia del locale che degli impianti.

  • Documenti personali di chi vende.

 

Condividi post

Commenta il post