Mestiereimpresa.it

Serratura bloccata: alcuni consigli per aprire la porta

 

 

Una serratura bloccata rappresenta sempre un gran problema e un inconveniente che ha la cattiva abitudine di presentarsi la sera tardi, durante le ferie estive o nei fine settimana. La buona notizia però è che nella maggior parte dei casi si può risolvere con qualche piccola astuzia e l’aiuto di un buon prodotto.

 

Quello che conta è non perdere la calma e armarsi di una buona dose di pazienza. Ricordiamo inoltre che non bisogna mai forzare chiave e serratura per non rischiare di compromettere irrimediabilmente la situazione.

 

Insieme a tecnici che lavorano per l'assistenza fabbro a Milano che abbiamo consultato su fabbromilanoeprovincia.it, siamo riusciti ad approfondire la questione e a dare consigli utili per risolvere il problema della serratura bloccata.


 

Serratura bloccata: quali sono le cause

 

I principali responsabili della mancata apertura della porta sono due: la chiave e la serratura.



La chiave, come ben sappiamo, può rimanere incastrata o addirittura spezzarsi mentre tentiamo di aprire. A volte invece la serratura è bloccata perché c'è una chiave inserita nell'altro lato della serratura.



Il problema spesso dipende da un uso improprio delle chiavi come, ad esempio, l’abitudine di utilizzarle come cavatappi. I dentini possono usurarsi e deteriorarsi fino a rendere inutile la chiave stessa. A volte invece il problema dipende da una copia fatta male; questo è il motivo per cui è fondamentale provare immediatamente i duplicati delle chiavi prima dell’utilizzo effettivo.



Il secondo colpevole è il cilindro. Spesso ci dimentichiamo della manutenzione della serratura, un oggetto che in realtà andrebbe pulito e lubrificato periodicamente proprio per mantenerlo efficiente. Un cilindro scarsamente lubrificato infatti tende a bloccarsi all’improvviso, impedendo quindi di aprire la porta. Non solo, le sottili particelle di polvere e sporco possono infilarsi e depositarsi sulla serratura creando incrostazioni che possono impedire di infilare la chiave.



Infine non dobbiamo dimenticare che una porta vecchia o non trattata chimicamente può gonfiarsi, soprattutto se esposta alle intemperie e quindi sbilanciare il telaio. La porta non allineata si riconosce facilmente perché le parti meccaniche non combaciano più. Gli eventi atmosferici come il ghiaccio possono bloccare la serratura così come dei difetti occulti di fabbricazione che insorgono all’improvviso.



Conoscere le cause del blocco di una serratura è importante per comprendere la soluzione più semplice ed efficace per risolvere il problema.
 

Come aprire la porta se la serratura è bloccata

 

Esistono diverse metodologie per aprire la porta quando la serratura è bloccata. Vediamole insieme di seguito!

 

Il metodo della carta di credito

 

Questo metodo non è soltanto uno dei più semplici e utilizzati ma è senza dubbio anche il più efficace. Per metterlo in atto dobbiamo procurarci una semplice carta di credito oppure una vecchia lastra, due oggetti caratterizzati da uno spessore particolarmente sottile.



L’ideale sarebbe farsi aiutare da un’altra persona per velocizzare e rendere più incisiva l’azione meccanica ma possiamo comunque provare a farlo da soli.



Tutto quello che dobbiamo fare è inserire la carta di credito nella parte bassa della serratura e scorrere lentamente fino al momento in cui incontra la molla. Mentre facciamo questo movimento dobbiamo dare dei colpi secchi e incisivi alla porta. Ripetiamo tutta la procedura, sempre dal basso verso l’alto, finché non riusciamo a sbloccare la serratura.

 

Usare un lubrificante

 

Per sbloccare la serratura possiamo provare a utilizzare due prodotti. Il primo è il lubrificante universale che si trova sempre più spesso nelle nostre case. È un multiuso che serve a disincrostare e togliere anche i residui di colla e vernice.



Nel caso di una porta bloccata con la serratura che non gira, non dobbiamo far altro che inserire nelle parti meccaniche il beccuccio che il prodotto ha in dotazione e spruzzarlo a più riprese all’interno del cilindro, provando in seguito a inserire e girare delicatamente la chiave, senza forzare. Di solito bastano 4 0 5 spruzzi per riuscire a risolvere il problema.



Il secondo rimedio è rappresentato dalla polvere di grafite, un prodotto usato comunemente nelle officine dei fabbri. La grafite, ovvero il materiale di cui sono fatte le matite, è utile soprattutto nei casi in cui sia il metallo delle chiavi o del cilindro a causare il problema. Se abbiamo la possibilità di reperire la grafite spray, non dobbiamo far altro che spruzzarla all’interno del cilindro. In caso contrario è una buona idea strofinare la punta di una matita sulla chiave per cercare di limare le imperfezioni.



È sempre sconsigliabile utilizzare dell’olio alimentare per sbloccare la porta. Anche se può sembrare un rimedio efficace e subito disponibile, le particelle grasse del fluido si depositano all'interno della serratura, compromettendo sia la sua efficienza che la durata nel tempo.

 

E se la chiave si è rotta?

 

Come abbiamo visto, una delle cause più frequenti del blocco di una serratura è la chiave che si spezza all’interno. La prima cosa da fare è procurarsi un paio di pinzette sottili oppure una graffetta. Dopo aver spruzzato il lubrificante, dobbiamo infilare lentamente la pinza o la graffetta aperta cercando di estrarre il moncone rimasto all’interno.


Un altro sistema, più laborioso ma forse più efficace, prevede l’utilizzo di un cacciavite piatto da inserire nel cilindro fino a toccare la chiave rotta. L’obiettivo è quello di creare un blocco unico con la chiave stessa. Una volta infilato il cacciavite è necessario cercare di girare la chiave, muovendo e tirando allo stesso tempo la maniglia.



Questi due rimedi possono essere utilizzati anche nel caso in cui sia rimasto infilato un mazzo di chiavi dall’altra parte della serratura.
 

Cilindro rotto o danneggiato

 

Il cilindro può danneggiarsi a causa della ruggine, della sporcizia o anche dopo un tentativo di effrazione. In questo caso è sempre consigliabile chiamare un professionista. Intanto possiamo provare almeno a entrare in casa smontando la serratura. Con un cacciavite adatto rimuoviamo il frontalino o la piastra per raggiungere e togliere il cilindro. Una volta entrati, non dovremo far altro che contattare un fabbro e cambiare la serratura.


In conclusione, sbloccare una serratura è abbastanza semplice. Tuttavia se non abbiamo gli strumenti adatti oppure la porta è blindata, il modo più veloce per far fronte all'emergenza è contattare un professionista del settore che, grazie agli attrezzi del mestiere, sarà in grado di risolvere immediatamente il problema della serratura bloccata.

 

 


 

- Se questa mini guida sulle serrature bloccate ti è stato utile -

Condividila con i tuoi conoscenti.

Grazie! smiley

Condividi post

Commenta il post