Mestiereimpresa.it

Come scegliere un impianto di irrigazione per il giardino

 

 

Per chi ha la fortuna di avere un giardino, l’impianto di irrigazione è a dir poco indispensabile. Fiori, erba e piante hanno bisogno di ricevere l’acqua, una risorsa preziosa che consente alla natura di crescere florida. Ma come scegliere l’impianto di irrigazione per il giardino? Quali sono le caratteristiche indispensabili e cosa sapere a riguardo?

 

Cos’è e come funziona l’impianto di irrigazione per il giardino

 

Sul mercato troviamo in commercio innumerevoli impianti di irrigazione per il giardino: a scomparsa, di superficie. Prima di visionare i modelli e di comprendere le caratteristiche essenziali, cerchiamo di avere ben chiaro cos’è e come funziona un impianto di irrigazione. Il primo, infatti, è stato inventato nel 1935: era destinato perlopiù al settore dell’agricoltura.

 

Solamente in seguito gli impianti di irrigazione sono stati introdotti negli ambiti residenziali, oltre che pubblici e agricoli. Al giorno d’oggi sono praticamente indispensabili per la cura del proprio spazio verde: per avere un giardino in salute, è possibile progettare un impianto di irrigazione di ultima generazione, o magari acquistare un modello già pronto in commercio.

 

Impianto di irrigazione per il giardino: caratteristiche

 

Quali sono le caratteristiche più importanti di un impianto di irrigazione, quei criteri che giocano un ruolo chiave durante la fase di scelta? Indubbiamente, dobbiamo considerare il tipo di irrigazione, il fabbisogno idrico e la tipologia delle piante che abbiamo nel nostro spazio verde. Ci sono infatti delle piante che necessitano di un fabbisogno di acqua molto più alto.

 

L’impianto di irrigazione è un aiuto essenziale, perché offre un comfort senza eguali: invece di ricorrere all’annaffiatoio, è possibile programmare l’orario di irrigazione e di risparmiare tempo. È possibile visitare  IdrotermStore.it e trovare tutto l’occorrente per l’irrigazione con un ottimo rapporto qualità/prezzo.

 

La guida alla scelta dell’impianto di irrigazione per il giardino

 

Cosa dobbiamo considerare prima di procedere con l’acquisto o la progettazione dell’impianto? L’acqua è di certo una risorsa essenziale, ma dobbiamo prestare attenzione a non aggiungerne troppa, per evitare la formazione di qualsiasi malattia fungina delle piante (malattie crittogamiche). Pertanto, valutiamo molto bene i seguenti aspetti.

 

  • La struttura del giardino: bisogna assolutamente avere con sé la planimetria dello spazio verde, e vanno considerati anche i viali e gli alberi, così da comprendere la portata dell’acqua necessaria;

 

  • La rete idrica: la portata della rete idrica è una caratteristica indispensabile quando stiamo valutando l’impianto di irrigazione;

 

  • La calibratura: qual è la pressione dell’acqua? Anche questo aspetto non può essere sottovalutato, perché influenza l’impianto da inserire nel giardino;

 

  • La programmazione: alcuni impianti offrono la possibilità di programmare in anticipo l’irrigazione, impostando anche orario e giorno della settimana e modificando i valori a seconda delle stagioni.

 

Tutte le tipologie dell’impianto di irrigazione per il giardino

 

Quali sono le tipologie che possiamo scegliere in commercio? Esistono vari modelli di impianti di irrigazione per il giardino, e ciascuno offre dei vantaggi e delle caratteristiche specifiche. Per aiutare nella scelta, di seguito è possibile trovare una lista dei modelli principali.

 

  • Irrigatori da giardino a scomparsa: spesso noti anche con il termine Pop-Up, sono tra i modelli più utilizzati e possono essere inseriti in qualsiasi contesto. Sono estremamente comodi da utilizzare, l’irrigazione è sempre uniforme e l’effetto estetico è elegante e moderno. Troviamo ben due modelli in commercio: gli irrigatori statici o dinamici a turbina;

 

  • Irrigatori da giardino fuori terra e a battente: per chi ha uno spazio verde di modeste dimensioni, è possibile valutare un irrigatore da giardino fuori terra, anche detto “di superficie”. Sono piuttosto economici e l’arco è regolabile;

 

  • Impianto di microirrigazione: questo impianto è assolutamente innovativo, perché il suo obiettivo principale è quello di eliminare lo spreco di acqua. Il sistema è perfetto per irrigare piante, siepi, fiori ma anche arbusti;

 

  • Impianto di irrigazione interrato: il sistema dell’impianto di irrigazione interrato è certamente complesso, ma la sua efficienza è piuttosto elevata. È costituito da una rete di tubazioni interrate, e si avvale di irrigatori pop-up a scomparsa. Non si spreca acqua e l’irrigazione si attiva in modo autonomo, anche in nostra assenza.

 


 

- Se questo articolo con consigli per scegliere un impianto di irrigazione da giardino ti è piaciuto, condividilo pure con i tuoi amici.

Grazie!

Condividi post

Commenta il post