Mestiereimpresa.it

Arredare in stile vintage: cosa sapere

 

 

Lo stile vintage si sta diffondendo sempre più anche in Italia, e tante persone vorrebbero ispirarsi ad epoche del passato per rendere la propria casa più originale.

 

Se volete arredare la vostra casa in stile vintage, sicuramente cercare consigli su internet può essere una delle soluzioni più semplici, esistono diversi portali tematici come passioneretro.it con apposite sezioni che parlano di come arredare casa in stile vintage, tenendo d’occhio anche il portafoglio che di questi tempi è sicuramente uno dei filtri fondamentali di ricerca.

 

 

Lo stile vintage, che cos’è?

 

Come prima cosa bisognerà capire che cosa sia lo stile vintage. Con questa parola si vuole fare riferimento a stili di arredo che prendono in considerazione essenzialmente il Novecento, ed in particolare gli anni che vanno dai Venti fino agli Ottanta.

 

In realtà, anche gli anni Novanta sono ormai diventati vintage, in quanto sono passati più di due decenni dal 1990, segno ne sono sicuramente i continui restyling di film e serie tv che hanno fatto il successo degli anni passati.

 

Negli anni arredare casa con uno stile particolare e passato è sicuramente diventato un business con numeri impressionati ma sicuramente ora frenati dalla situazione attuale economica come spiegato in questo articolo dal sole 24 ore.

 

Cominciare ad arredare con lo stile vintage

 

Si può comprendere, quindi, come per arredare in stile vintage sia necessario scegliere l’epoca di riferimento. Ci si potrà ispirare agli anni Cinquanta, oppure, amando i colori e gli accostamenti fluo, prendere in considerazione gli anni Settanta.

 

Non sarà, inoltre, necessario arredare solamente con uno stile appartenente al singolo decennio, ma si potrà spaziare, magari variando le diverse stanze.

 

Arredamento in stile vintage, iniziare dai pezzi unici

 

Un modo grazie al quale rendere una stanza della propria casa vintage è quello di scegliere un singolo pezzo che rappresenti una determinata epoca. Ad esempio, un jukebox potrà davvero richiamare subito gli anni Cinquanta, mentre un divano dai colori psichedelici potrà dare al salotto un’aria da veri e propri anni Settanta.

 

Si potrà, quindi, decidere di acquistare un pezzo d’arredo originale, e magari di restaurarlo o apportare qualche modifica. Un nuovo rivestimento per un divano, o per un set di sedie, una nuova vernice per un mobile o una lucidata ad un pezzo realizzato in metallo potranno riportare a nuova vita elementi che effettivamente appartenevano al decennio scelto.

 

Certo, a volte per poter trovare questi piccoli tesori potrebbe volerci tempo, ma il segreto sta nel puntare verso i luoghi giusti. Molti mobili e complementi d’arredo si possono trovare nei mercatini dell’usato, nei negozi specializzati nel vintage e anche durante le operazioni di sgombero delle case.

 

Esistono, inoltre, negozi moderni che realizzano pezzi assolutamente identici a quelli che venivano prodotti durante il periodo prescelto.

 

Arredare in stile vintage, stanza per stanza

 

A questo punto si potranno vedere alcune idee per arredare in stile vintage le diverse stanze. Per la cucina, si potrà puntare sull’elemento essenziale: il tavolo. Un tavolo-isola farà subito venire in mente i diner degli anni Cinquanta, e potrà essere accoppiato a sgabelli alti per creare una zona colazione davvero vintage.

 

Anche la cucina potrà essere stile vintage:  basterà una macchina del caffè un po’ retrò per dare subito un tocco anni Cinquanta e Sessanta ad un piano della propria cucina, senza troppo sforzo. Gli amanti degli anni Venti potranno puntare sul salotto, che era spesso un luogo di incontro per le famiglie e gli amici.

 

Divani dai colori più semplici, come il nero, il verde e il grigio, tavolini bassi e poltrone potranno dare subito l’idea di un salotto che sia ispirato a questa epoca. Gli anni Settanta, invece, potrebbero essere davvero originali per un bagno che preveda l’uso di colori e di contrasti. Anche lo stesso pavimento potrà essere rinnovato usando il bianco e il nero, mentre si potranno avere i sanitari di colori oggi non molto diffusi, come si usava proprio negli anni 70.

 

Gli anni Trenta sono stati caratterizzati spesso dal mobilio un po’ “pesante” ma che potrebbe essere apprezzato soprattutto in camera da letto. Il letto imponente, di legno massiccio, e semplici comodini daranno subito l’idea di una stanza ispirata a questo decennio.

 

In conclusione, arredare in stile vintage non è sicuramente facile, servono alcune competenze che si possono ricercare sui portali e/o acquisire anche visitando fiere e mercatini di settore.

 


 

- Se questa mini guida sull'arredo in stile vintage ti è stato utile -

Condividila con i tuoi conoscenti.

Grazie! smiley

Condividi post

Commenta il post