Mestiereimpresa.it

Riqualificazione energetica degli edifici: che cos’è e che vantaggi offre

La riqualificazione energetica degli edifici è un tema molto attuale. Questo processo è indispensabile per ottimizzare le prestazioni della tua abitazione e ottenere il massimo risparmio energetico.


Quando parliamo di riqualificazione di un immobile, facciamo riferimento a quel complesso di interventi che, se messi in atto, possono radicalmente modificare il fabbisogno energetico della tua casa, dandoti la possibilità di tagliare radicalmente i costi per l’energia.


In questa guida ti spiegheremo da dove partire per effettuare un intervento di riqualificazione energetica e quali benefici può offrirti.


Che cos’è la riqualificazione degli immobili


Generalmente possiamo distinguere gli interventi di riqualificazione energetica in due macro aree di intervento: la prima, dedicata agli interventi edili; la seconda, dedicata agli interventi di impiantistica. Sulla base di questa prima distinzione, possiamo iniziare ad illustrare nel dettaglio le caratteristiche principali di questo processo.


Perché riqualificare un edificio?


La prima domanda a cui vogliamo rispondere in questa guida è: perché la riqualificazione energetica è la scelta migliore da intraprendere?


Esistono diverse ragioni per scegliere di investire nella riqualificazione energetica:


* Migliorando l’efficienza energetica aumenta il risparmio: se la casa è efficiente, si elimina lo spreco e, di conseguenza, si abbattono i costi sulle bollette;
* Aumenta il valore della casa, soprattutto con gli interventi di natura strutturale;
* Le spese per la riqualificazione possono essere ammortizzate accedendo ad una serie di detrazioni fiscali fino al 65%. Parliamo, ad esempio, dell’Ecobonus o del Conto Termico


Come funziona la riqualificazione?


Come abbiamo detto, il processo di riqualificazione energetica della casa comprende tutte quelle procedure utili per migliorare le prestazioni energetiche dell’immobile.


A partire dalla classe energetica della casa o dell’edificio sul quale si desidera effettuare un intervento di riqualificazione, la prima cosa che viene effettuata è una diagnosi energetica per comprendere il punto di partenza su cui lavorare.


Dopodiché, a seconda del caso, vengono predisposti una serie di interventi che possono essere divisi in due macroaree:


* Interventi strutturali
* Interventi di impiantistica

 


Vediamo ora quali sono le principali peculiarità di ciascun intervento.


Interventi strutturali di riqualificazione energetica


Gli interventi di riqualificazione energetica sull’involucro edilizio hanno come scopo principale quello di abbattere le dispersioni di energia, massimizzando il comfort abitativo e abbattendo gli sprechi.


Ad esempio, rientrano in questo gruppo tutti gli interventi di isolamento termico e coibentazione. Il cappotto termico è l’intervento strutturale più gettonato quando si parla di riqualificazione.


Il cappotto termico è composto da una serie di strati isolanti applicati esternamente o internamente agli edifici con lo scopo di isolarli sia termicamente che acusticamente. Grazie al cappotto termico, è possibile ottenere un risparmio energetico eccezionale, garantendo alla tua casa il massimo comfort.  Le temperature rimarranno calde in inverno, mentre in estate l’isolamento impedirà al calore di penetrare, mantenendo l’ambiente fresco.


Interventi di riqualificazione energetica sugli impianti


Gli interventi di riqualificazione energetica sugli impianti sono preziosissimi per ridurre i costi sulle bollette e usufruire di energia pulita e rinnovabile.
L’obiettivo di questi interventi è quello di rivedere le fonti di approvvigionamento e di diffusione dell’energia negli ambienti domestici, scegliendo quelli in grado di massimizzare il risparmio.


Tra gli interventi di impiantistica più comuni, indichiamo:


* Installazione di un impianto fotovoltaico, utile per produrre energia pulita da utilizzare sia durante il giorno che durante la notte, grazie alla tecnologia con accumulo;
* L’installazione di una caldaia a condensazione, che funziona in modo tale da recuperare la condensa e abbattere lo spreco, massimizzando la resa. Secondo le statistiche, il risparmio si aggira intorno al 30%
* L’installazione di una pompa di calore, ossia un sistema che permette di riscaldare e raffreddare la tua casa;
* L’installazione di impianti di riscaldamento di ultima generazione, come i pannelli radianti.


Per sapere come risparmiare sulle tue bollette e trovare i migliori consigli su tariffe luce e gas, fonti energetiche e impianti di riscaldamento, dai un’occhiata alle guide di PortaleEnergia.com

 


Detrazioni fiscali per la riqualificazione degli immobili


Un aspetto estremamente importante del processo di riqualificazione energetica è legato alle detrazioni fiscali. Grazie ad esse, infatti, potrai ammortizzare notevolmente l’investimento per avere una casa moderna ed efficiente.

 

 


 

- Se questa mini guida sulla riqualificazione energetica di un edificio e i suoi vantaggi ti è piaciuta, condividila pure con i tuoi amici.

Grazie! smiley

Condividi post

Commenta il post