Mestiereimpresa.it

Pensiline in ferro e vetro, il design funzionale

 

 

La primavera è iniziata da pochi giorni, ed è giunto il momento di prendere le dovute precauzioni. Questa, infatti, è la stagione dell’anno nel corso della quale i fenomeni atmosferici producono i danni più consistenti: si pensi, per esempio, ai temporali improvvisi o alle forti grandinate, non di rado caratterizzate da raffiche di vento a dir poco devastanti.

 

Ma con l’arrivo dell’estate anche il sole può essere dannoso, magari sbiadendo i colori di pareti, moto e auto. È facile capire, dunque, il motivo per il quale nel corso degli ultimi anni è cresciuto in maniera consistente il mercato delle tettoie e delle pensiline: oggi in commercio se ne possono trovare di tutti i generi, grazie alla vasta gamma di materiali a disposizione e alle diverse rifiniture tra cui scegliere.

 

Le pensiline come oggetti di design

 

Non è esagerato pensare, al giorno d’oggi, alle pensiline come a veri e propri oggetti di design. Sono soprattutto le pensiline in ferro zincato ad attirare l’attenzione di chi ha la necessità di coniugare eleganza e praticità. Esse sono utili non solo nei contesti residenziali, ma anche in quelli professionali; permettono, per esempio, di ampliare la zona di lavoro o di usufruire di uno spazio coperto che consenta il ricovero dei mezzi aziendali e dei carrelli elevatori.

 

Non solo: alle pensiline in ferro può essere fissato un carroponte esterno utile per movimentare il materiale più pesante, ma queste strutture sono preziose anche quando si ha la necessità di espandere il deposito merci ampliando l’area di stoccaggio di quei materiali che possono essere tenuti senza problemi all’aria aperta.

 

Come sono fatte le pensiline in ferro

 

Mentre le tettoie in ferro sono progettate e realizzate per poggiare su dei pilastri, le pensiline risultano ancorate direttamente alle facciate degli edifici. Il loro compito più importante consiste nel garantire la necessaria protezione delle zone di passaggio, delle porte e delle finestre rispetto alla pioggia e agli altri fenomeni atmosferici.

 

Va detto, comunque, che esistono anche le pensiline tettoie, vale a dire soluzioni ibride con dimensioni tali da garantire una copertura di superficie più ampie. A prescindere dalla loro tipologia, le pensiline in ferro sono realizzate soprattutto con coperture trasparenti, con pannelli isolanti e con lamiere grecate.

 

Le pensiline in ferro e vetro

Per assicurare un riparo all’ingresso di un edificio di solito si fa ricorso alle pensiline in ferro e vetro. Sono davvero numerosi gli ambienti che si prestano all’utilizzo di tali soluzioni: per esempio le coperture di citofoni, ma anche i cancelli di ingresso pedonali, le coperture delle rampe di accesso ai piani seminterrati, i camminamenti dei vialetti condominiali, e così via.

 

Per quel che riguarda la scelta del vetro, si adopera un vetro temprato che ha la capacità di resistere sia al carico della neve che a fenomeni atmosferici come la grandine e i temporali. Dal punto di vista estetico si ha a che fare con una tettoia dalla resa leggera e che, soprattutto, non priva l’ingresso della luce naturale.

 

Oltre che nei contesti residenziali, le pensiline in ferro e vetro possono trovare posto anche in ambienti industriali, che spesso sono caratterizzati da edifici con facciate semplici e spoglie. D’altro canto, anche gli stabilimenti, i magazzini e gli uffici hanno bisogno di un riparo all’entrata.

 

Le pensiline a sbalzo in ferro

 

Una soluzione alternativa per i contesti industriali in cui i fabbricati presentano portoni di accesso di grandi dimensioni con saracinesche che scorrono verso l’alto può essere individuata nelle pensiline a sbalzo in ferro, da collocare nella parte alta degli ingressi.

 

I benefici che derivano da tali soluzioni sono molteplici, a cominciare dal fatto che l’ingresso può essere protetto anche nel caso in cui la saracinesca o il portone siano aperti; inoltre, non ci sono elementi verticali o pilastri che in teoria potrebbero rappresentare un ostacolo per il transito dei mezzi pesanti.

 

Il design delle pensiline

 

A seconda delle necessità strutturali che devono essere soddisfatte, è possibile scegliere una pensilina con un design curvo o piatto. Si tratta di configurazioni diverse che, però, hanno alcuni tratti in comune: per esempio la capacità di resistere ai carichi, ma anche – nel caso delle pensiline in ferro e vetro – un impatto visivo molto snello.

 

Volendo, poi, è possibile integrare e arricchire le strutture con delle decorazioni ad hoc in ferro battuto. Per una perfetta integrazione cromatica si può optare per verniciature speciali: così anche la pensilina in teoria più sobria e anonima si può trasformare in un elemento che vale la pena di ammirare.

 

La stabilità strutturale è una sicurezza sia nel caso in cui si opti per una pensilina che si sviluppi in larghezza, sia nel caso in cui si propenda per una pensilina molto lunga, tale da dare vita a una specie di tunnel.

 


 

- Se questa mini guida sulle pensiline in ferro e vetro ti è piaciuta, condividila pure con i tuoi amici.

Grazie! smiley

 

Condividi post

Commenta il post