Mestiereimpresa.it

Pannelli fotovoltaici : guida completa (con prezzi e preventivo online)

I pannelli fotovoltaici, definiti anche pannelli solari fotovoltaici o, più correttamente, moduli fotovoltaici, sono degli apparati capaci di trasformare energia solare in energia elettrica.

 

 

Tale processo di conversione, detto effetto fotovoltaico, ha luogo all’interno delle celle fotovoltaiche, costituite da sottili lamine, nella maggior parte dei casi in silicio, trattate chimicamente in modo tale da diventare un materiale semiconduttore e non più isolante.

L’insieme di più celle fotovoltaiche (con dimensioni che variano dai 4 ai 6 pollici) va a formare il pannello fotovoltaico.

L’energia elettrica generata dal pannello solare fotovoltaico è continua, come quella delle batterie; grazie agli inverter fotovoltaici, viene trasformata in corrente alternata, in modo tale da poter essere inserita nella rete elettrica nazionale ed essere utilizzata a livello domestico.


Pannelli solari fotovoltaici e pannelli solari termici: quale è la differenza?

Nonostante esteticamente siano molto simili, lo scopo e il funzionamento dei pannelli fotovoltaici differiscono in modo sostanziale da quelli dei pannelli solari termici. I primi infatti, se esposti alla luce del sole, sono in grado di produrre energia elettrica, i secondi invece generano esclusivamente acqua calda per il riscaldamento degli ambienti o a scopo sanitario.

L’altra importante differenza riguarda il rendimento: facendo un semplice calcolo, i pannelli fotovoltaici riescono a convertire circa il 15% dell’energia solare che catturano, il 65% in meno circa rispetto alla quantità di acqua calda generata dai pannelli solari esposti al sole (il rendimento di questi ultimi può aggirarsi perfino intorno all’85%).


Gli incentivi per chi installa i pannelli fotovoltaici

Gli incentivi per tutti coloro che decidono di installare pannelli solari fotovoltaici si articolano in due gruppi:

  •     Il programma di incentivazione statale dei “Tetti fotovoltaici”: la regione o lo stato, tramite bandi di concorso, erogano dei finanziamenti che riducono notevolmente i prezzi dei pannelli fotovoltaici. Questo sistema di incentivazione permette di ottenere sgravi fiscali fino al 50-60%, tuttavia è risultato troppo macchinoso e poco “incentivante” sul lungo termine a causa del vincolo dei bandi e delle procedure altamente burocratizzate necessarie per ottenere il finanziamento;

 

  •     Il “Conto Energia”. Di recente giunto alla sua quarta edizione, il Conto Energia stabilisce tariffe incentivanti calibrate sulla base della tipologia d’impianto e della classe di potenza dei pannelli fotovoltaici. Questa tipologia di incentivo è rivolta a “persone fisiche, soggetti pubblici e condomini per impianti fotovoltaici di almeno 1 kW, conformi alle norme tecniche, collegati alla rete elettrica o a piccole reti isolate” e consente di accumulare un guadagno vendendo al gestore della rete elettrica l'energia elettrica generata dai pannelli solari fotovoltaici.

Pannelli fotovoltaici: i prezzi per l’installazione e la manutenzione del tuo impianto fotovoltaico

In tema di risparmio energetico, non si può non parlare della riduzione dell’emissione di anidride carbonica a fronte dell’installazione di un impianto fotovoltaico. Ma installare un impianto fotovoltaico ha ritorni economici oltreché ambientali? Quali sono i prezzi dei pannelli fotovoltaici?

E il costo di un impianto fotovoltaico in quanto tempo è ammortizzabile? Nonostante intervengano numerose variabili nella determinazione del costo di un impianto fotovoltaico, come per qualunque altro impianto tale costo si articolerà in spese iniziali di investimento (costo pannelli fotovoltaici e altre componenti, costo manodopera per l’installazione ecc..) e costi di esercizio (manutenzione).

Fotovoltaico:  i costi iniziali di investimento

Per quanto riguarda il gruppo dei costi iniziali  di investimento, essi varieranno in base a diverse variabili:

  •     Tipologia di impianto;
  •     Potenza nominale installata (Kw);
  •     Tecnologia utilizzata: silicio monocristallino, policristallino o amorfo, film sottile.

Se il costo di un pannello fotovoltaico preso singolarmente si può aggirare intorno ai 400€, il costo dell’impianto fotovoltaico nella sua interezza lievita notevolmente, attestandosi sicuramente al di sopra di quello delle fonti energetiche tradizionali, almeno sul breve termine, vediamo perché. Innanzitutto, la zona in cui viene installato l’impianto fotovoltaico influisce notevolmente sulla quantità di energia elettrica che esso sarà in grado di produrre, dunque localizzazione dei pannelli fotovoltaici e prezzi degli stessi (in termini di ammortamento e rendimento sul lungo termine), sono variabili irrimediabilmente correlate: un impianto installato nel Nord Italia permette di recuperare le spese iniziali in circa 10 anni, lo stesso impianto collocato nel Sud Italia in soli 7 anni consente di rientrare nelle spese inizialmente sostenute.

Per dare un’idea, ipotizzando di avere un impianto “medio", che produce circa 2.8-3 Kw (generalmente sufficiente a soddisfare il bisogno energetico di un nucleo di 4 persone), di circa 30 Mq, il costo oscilla dagli 8.000 € ai 10.000 €.

Tuttavia la produzione di energia elettrica degli impianti collegati alla rete consente di guadagnare dal Gestore di energia elettrica (GSE), grazie al conto energia,  circa 0,40 centesimi di € per Kwh erogato; dunque, per un impianto medio, fino a 2.000 € l’anno.

Senza contare che bandi statali/regionali e la detrazione 55 sull’Irpef  consentono ulteriormente di ammortizzare il costo dell’impianto fotovoltaico.

 

Tabella prezzi indicativi di un impianto fotovoltaico con formula "all inclusive" (chiavi in mano)

Questa tabella mostra il rapporto tra costi e benefici tra i differenti tipi (per dimensione) di impianti fotovoltaici

 
Tipo impianto (kw) Prezzi "all inclusive" Impianto Fotovoltaico

Il Costo

- (sottraendo)

detrazione Irpef

Produzione Kwh in un anno Possibile risparmio annuo
Impianto Fotovoltaico da 3 kw

6.900 €uro

+ iva 10%

3.750 €uro

Nord Italia : 3.400 kwh/anno

Centro Italia : 4.000 kwh/anno

Sud Italia : 4.500 kwh/anno

Nord Italia : 925 €/anno

Centro Italia : 1075 €/anno

Sud Italia : 1.200 €/anno

Impianto Fotovoltaico da 6 kw

12.850 €uro

+ iva 10%

7.000 €uro

Nord Italia : 6.700 kwh/anno

Centro Italia : 7.900 kwh/anno

Sud Italia : 8.900 kwh/anno

Nord Italia : 1.750 euro/anno

Centro Italia : 2.050 €/anno

Sud Italia : 2.300 €/anno

Impianto Fotovoltaico da 9 kw

17.250 €uro

+ iva 10%

9.150 €uro

Nord Italia : 10.000 kwh/anno

Centro Italia : 11.800 kwh/anno

Sud Italia : 13.300 kwh/anno

Nord Italia : 2.600 €/anno

Centro Italia : 3.000 €/anno

Sud Italia : 3.400 €/anno

(*): la stima è indicativa ed è stata calcolata come se si auto-consumasse tutta l’energia che l'impianto fotovoltaico ha prodotto.


Fotovoltaico: i prezzi per il mantenimento dell’impianto

I costi di esercizio sono solitamente contenuti,  e incidono solo in una piccolissima percentuale sul totale dei costi degli impianti fotovoltaici; è generalmente conveniente richiedere un contratto di assistenza direttamente alla ditta installatrice, in modo da avere tariffe vantaggiose per la manutenzione.

  •     I costi della manutenzione ordinaria (annuale) dell’impianto fotovoltaico incidono con una percentuale che oscilla tra lo 0.5% e l’1% sul costo totale  dell’impianto; questa percentuale può salire anche fino al 2.5% nel caso di impianti con pannelli fotovoltaici rotanti;

 

  •     Costo di manutenzione straordinaria per sostituire l’inverter, che normalmente dura dai 10 ai 15 anni, o comunque va sostituito entro il tempo di vita dell’intero impianto fotovoltaico. Questa sostituzione incide all’incirca per il 7% del costo dell’impianto.

 

Installazione pannelli fotovoltaici

La resa di un impianto è influenzata da molte variabili, dunque l’installazione dei pannelli fotovoltaici è sicuramente una scelta che richiede l'esperienza e la conoscenza specifica di esperti installatori di pannelli fotovoltaici.

Innanzitutto, per quanto riguarda luogo e posizionamento, l’installazione dei pannelli solari fotovoltaici può avvenire su tetti e terrazzi, su spazi come verande, pensiline per parcheggi e tettoie, infine, sul suolo o su apposite strutture di sostegno realizzate ad hoc.

 


Montaggio pannelli fotovoltaici: quali sono i trucchi per un maggior rendimento?

Tra gli elementi da tenere in considerazione nella fase di montaggio dei pannelli fotovoltaici per ottenere un maggior rendimento dall’impianto, i principali sono i seguenti:

  •     Ombreggiamento. Occorre verificare con attenzione la presenza o meno di ombreggiamenti che possano interessare la zona di fissaggio dei pannelli fotovoltaici. Potenziali sorgenti di ombreggiamento possono essere piante e alberi, parti dell’edificio o altri oggetti/costruzioni.

 

  •     Inclinazione ed orientamento dei moduli. Prima dell’installazione dei pannelli fotovoltaici è necessario calcolare in maniera esatta, a seconda del luogo geografico in cui sarà posizionato l’impianto, la disposizione ottimale dei moduli, ossia quella che garantirà quindi un maggior risparmio energetico. La collocazione si determina considerando due angoli: angolo di Azimut (indica l’orientamento rispetto al Sud) e angolo di Tilt (segna l’inclinazione rispetto al piano orizzontale).

 

Considerati questi aspetti, prendendo come riferimento l’installazione dei pannelli fotovoltaici alla nostra latitudine, si otterrà il maggior rendimento dal nostro impianto fotovoltaico con i seguenti vincoli:

  •     Assenza totale di ombreggiamento;
  •     Inclinazione del pannello tra 25° (latitudini Sud) e 35° (latitudini a nord);
  •     Orientamento a sud con angolo di Azimut pari a 0° (o eventualmente sud-est, sud-ovest).

 

I Produttori di Pannelli Fotovoltaici

Una volta deciso di installare un impianto fotovoltaico per risparmiare energia e favorire la sostenibilità ambientale, la scelta dei migliori pannelli fotovoltaici è uno tra i problemi principali. In questi casi la soluzione migliore è quella di rivolgersi ai distributori di impianti, che sicuramente sono in grado di segnalare i migliori produttori di pannelli fotovoltaici in circolazione.

Esistono diverse tipologie di produttori (i pannelli fotovoltaici e, più in generale, gli impianti, abbondano sul mercato), è pertanto opportuno rivolgersi a più fornitori in modo da confrontare diversi preventivi ed eventualmente valutare la possibilità di richiedere un finanziamento.

Molti produttori di pannelli fotovoltaici sono oggi in grado di offrire un servizio a 360°, “chiavi in mano”, ossia pacchetti all inclusive che comprendo tutti i servizi e i prodotti necessari per installare l’impianto fotovoltaico e avviarne il funzionamento: preventivo fotovoltaico gratuito e ispezione tecnica, condizioni di finanziamento favorevoli con i partner dell’azienda, gestione delle procedure e delle pratiche burocratiche, progettazione, installazione, messa in atto dell’impianto, collaudo, materiali, assicurazione sull’impianto e garanzia.

 


Produzione pannelli fotovoltaici:

Con la sempre maggiore attenzione alle tematiche dell’ambiente e al risparmio di energia, in casa e non solo, si è registrato negli ultimi anni un incremento nella produzione di pannelli fotovoltaici e, di conseguenza, è lievitato anche il numero di aziende che si occupa di pannelli fotovoltaici (produzione, commercializzazione, installazione e manutenzione).

LA ENF, società italiana che si occupa di divulgazione di informazioni relative al mondo del fotovoltaico, in una recente indagine condotta nel settore dei produttori di pannelli fotovoltaici, su un campione di aziende installatrici di impianti presenti in 49 paesi, ha sottolineato l’importanza rivestita dalla marca dei componenti e dei pannelli. Le tre marche maggiormente preferite dagli installatori di questi paesi sono risultate Sharp, Q-Cells e BP Solar.


Elenco produttori pannelli fotovoltaici

Per quanto riguarda il nostro paese, ci limitiamo a fornire un elenco di 10 produttori di pannelli fotovoltaici, facilmente rintracciabili anche sul web.

  1.     Solarprogetti;
  2.     DG Energy;
  3.     ATM Solar;
  4.     XGroup spa;
  5.     Solaritalia;
  6.     Solarday;
  7.     Sanyo;
  8.     FVG Energy spa;
  9.     Scoes;
  10.     Energica srl.

 

I migliori pannelli fotovoltaici a confronto

Con la crescente attenzione alla tutela dell’ambiente e al risparmio di energia elettrica è aumentata in maniera esponenziale sul mercato, negli ultimi anni, l’offerta di pannelli fotovoltaici. Tutto ciò rende ovviamente più complessa la scelta dei migliori pannelli fotovoltaici tra gli innumerevoli in circolazione.

Sicuramente un requisito imprescindibile, reso obbligatorio nel nostro Paese dal “Conto energia”, è la certificazione dei pannelli, che devono rispettare le normative IEC61215 (cristallino) e IEC61646 (film sottile). Possiamo quindi essere tranquilli del fatto che tutti i pannelli che circolano in Italia abbiano superato alcuni test base sulla qualità e sulla durata nel tempo.


Confronto pannelli fotovoltaici: le migliori Marche

Di qualunque natura sia la provenienza dei pannelli fotovoltaici (cinese o occidentale), occorre chiarire che le tipologie disponibili al momento sul mercato sono  4, ma molte altre sono in fase di sperimentazione.

La tecnologia è dettata dal tipo di celle fotovoltaiche che, collegate tra di loro, danno vita al pannello: in silicio monocristallino, policristallino, a film sottile, a concentrazione.
Sono molte le variabili sulla base delle quali è possibile effettuare un confronto tra pannelli fotovoltaici; noi faremo un semplice confronto tra pannelli fotovoltaici considerando il parametro dell’efficienza, calcolata come energia prodotta sull’unità di superficie e in condizioni reali.

Fermo restando che quella dei singoli pannelli è sempre più bassa rispetto a quella totale delle celle che li formano, le prime tre tipologie (silicio monocristallino, policristallino, a film sottile) sono accomunate dalla prerogativa di produrre più KW in presenza di una temperatura ambiente più bassa.

Invece, i più recenti pannelli a concentrazione, vedono crescere la propria efficienza con l’aumentare del livello di concentrazione della luce. Se vogliamo invece parlare di marche anziché di tecnologia, considerando ancora una volta il parametro dell’efficienza, i migliori pannelli fotovoltaici sulla base di un recente studio sono risultati quelli Sanyo, SunPower, Kyocera.

Per un confronto dei pannelli fotovoltaici basato su altre variabili è consigliabile rivolgersi direttamente ai produttori di pannelli fotovoltaici per richiedere un preventivo fotovoltaico.

 

Cinesi vs occidentali: quali sono i migliori pannelli fotovoltaici?

La questione più critica per chi decide di acquistare i pannelli fotovoltaici è la massiccia presenza di prodotti cinesi nel settore. Al di là dei luoghi comuni, alcuni tra i migliori pannelli fotovoltaici provengono proprio dal paese del Sol Levante (4 o 5 grandi marchi al massimo), ma è pur vero che molti altri hanno sicuramente dubbia qualità, soprattutto se realizzati in aziende piccole e se la vendita dei pannelli fotovoltaici è caratterizzata da prezzi esageratamente bassi.


Esistono produttori cinesi “puri”, la cui sede legale e operativa è in Cina e, in questo caso, presumibilmente non saremo in presenza dei migliori pannelli fotovoltaici in circolazione.

Poi esistono i produttori “occidentali”, che realizzano i prodotti in Cina ma li assemblano nel paese in cui ha sede legale l’azienda, e i produttori “occidentali puri”, che producono tutto in loco, e forse sono quelli che offrono i migliori pannelli fotovoltaici.

Esistono infine le grosse multinazionali che realizzano i pannelli in Cina, o comunque in paesi dove la manodopera è bassa, ma secondo gli standard occidentali. Questi ultimi offrono prodotti di qualità media e prezzi dei pannelli fotovoltaici accessibili a tutti.

Vendita pannelli fotovoltaici

La vendita nel fotovoltaico ha registrato in questi ultimi mesi un trend di crescita che ha sfiorato il +530%. Di conseguenza in Europa, e anche nel nostro Paese, sono moltissime le aziende che operano nel mercato del fotovoltaico, e la vendita di pannelli fotovoltaici rappresenta uno dei maggiori business del momento.


Pannelli fotovoltaici - Vendita Online

Come ampiamente trattato nella parte relativa ai prezzi dei pannelli fotovoltaici, sono molti gli aspetti da considerare quando si decide di installare presso la propria abitazione un impianto fotovoltaico.

La vendita dei pannelli solari fotovoltaici può avvenire nella maniera tradizionale, presso i punti vendita, oppure è possibile contattare direttamente online numerosi siti di produttori che si occupano della vendita di pannelli fotovoltaici online.

In questi casi ci troviamo spesso in presenza di fornitori che attraverso Edilnet.it (per un confronto simultaneo con una sola richiesta) o nel loro sito web permettono di richiedere un sopralluogo presso il luogo in cui si desidera installare l’impianto e sulla base di esso offrono un preventivo di vendita dei moduli fotovoltaici.

In molti altri casi invece si può parlare di vera e propria vendita online di pannelli fotovoltaici. E’ pur vero che la vendita online dei pannelli fotovoltaici non include tutti gli altri servizi necessari all’avviamento di un impianto fotovoltaico, in primis l’installazione, tuttavia molto spesso online è possibile trovare sezioni dedicate alla vendita di kit fotovoltaici.

La vendita di un kit fotovoltaico generalmente prevede l’invio di tutti i pezzi necessari ad un esperto per l’installazione di un impianto fotovoltaico (moduli e inverter con la relativa certificazione e istruzioni per il montaggio dei pannelli fotovoltaici).


Vendita impianti fotovoltaici “all inclusive”

Sicuramente per la vendita di un impianto fotovoltaico “completo” (di ogni componente e dei servizi di installazione e manutenzione) è dunque consigliabile recarsi presso i punti vendita, chiedere un preventivo fotovoltaico a fornitori diversi e scegliere l’impianto più adatto al nostro caso.
Gli impianti fotovoltaici in vendita attualmente si suddividono in 4 tipologie, a seconda del materiale di cui le celle si compongono e della tecnologia che le alimenta (silicio monocristallino, policristallino, a film sottile, a concentrazione), ma a breve saranno messi in commercio impianti in grado di offrire migliori prestazioni.


Pannelli fotovoltaici: offerte e sconti

Installare un impianto fotovoltaico comporta sicuramente un costo iniziale, si tratta infatti di un investimento i cui ritorni economici si vedono solo sul lungo termine, soprattutto tramite la vendita dell’energia elettrica prodotta dal proprio impianto.

Proprio per questo è bene stare alla larga da chi millanta la vendita di pannelli fotovoltaici gratis o strepitose offerte di pannelli fotovoltaici, che in molti casi consistono in pannelli prodotti e assemblati in Cina e di scarsissima qualità.

Preventivo fotovoltaico: requisiti e modalità di richiesta

Prima di installare il proprio impianto, è opportuno richiedere i preventivi per i pannelli fotovoltaici a più fornitori, ed è possibile farlo sia sul web compilando con pochi click i preventivi per fotovoltaico online su Edilnet.it che recandosi fisicamente presso le aziende produttrici o distributrici.

Generalmente per effettuare i preventivi per fotovoltaico vengono richieste all’interessato alcune informazioni, poiché ogni caso necessita di una soluzione specifica realizzata sulla base dei parametri tipici del luogo in cui l’impianto verrà installato. Inoltre, quasi tutte le compagnie, oltre al costo totale dell’impianto indicano anche il risparmio che esso consentirà di raggiungere e il guadagno ottenibile.


Richiesta preventivo fotovoltaico Online

La richiesta di un preventivo fotovoltaico online non implica alcun costo;

si può effettuare in pochi minuti inserendo su Edilnet.it le comunicazioni necessarie all’impresa produttrice o distributrice per l’elaborazione del preventivo.

Molte aziende consentono anche di richiedere in aggiunta ai preventivi per impianti fotovoltaici la domanda per un sopralluogo gratuito dell’edificio in cui si ha intenzione di installare l’impianto fotovoltaico; in questi casi gli installatori possono verificare “con mano” tutti gli elementi generalmente richiesti per stilare il preventivo tramite richiesta online su Edilnet.

Di seguito una serie di informazioni che vi verranno richieste per realizzare un preventivo pannelli fotovoltaici:

  •     Planimetrie o fotografie dell’edificio (con evidenza del tetto, della sua esposizione e del tipo di copertura di cui è dotato);

 

  •     Quantità di superficie a disposizione e indicazione di elementi che possono creare ostacoli e coni d’ombra (alberi, rilievi ecc);

 

  •     Potenza contrattuale installata in Kw e ultime bollette ricevute, per risalire al fabbisogno annuo di Kw/h;

 

  •     Indicazione del tipo di impianto da installare per il quale richiedete il preventivo per l’impianto fotovoltaico (integrato o non);

 

  •     Tipologia di connessione alla rete elettrica.

 

 

Risparmiare con i pannelli solari

 

I pannelli solari tendono a diventare sempre più “democratici”. Sono così numerosi che non ci si fa quasi piú caso, come invece avveniva qualche anno fa. Il costo di acquisto dei pannelli solari fotovoltaici era un tempo molto alto, ma ora é compensato da sussidi interessanti.

La democratizzazione dei pannelli solari è quindi spiegata dalla discesa dei loro prezzi, ma anche dall’utilizzo di una energia pulita. A differenza dei combustibili fossili, come il gas naturale o il petrolio, il solare è una fonte di energia libera, inesauribile e pulita.

Il principio dei pannelli è semplice, ma la sua realizzazione è relativamente complessa. L’efficienza dei pannelli solari dipende da diversi fattori. Ogni caso richiede uno studio di dettaglio delle prestazioni dei pannelli. Un’esposizione a sud darà le prestazioni migliori, l’angolo ideale è di 36 gradi, e vanno prese in considerazione anche la possibilità di ombra e il tipo di celle solari utilizzate. Con l’utilizzo di programmi informatici dedicati, gli installatori e gli specialisti sono in grado di determinare il posto migliore per installare i pannelli, e il loro rendimento atteso.

In genere non é necessario richiedere permessi di costruzione per l’installazione, a meno che non si intervenga su edifici o monumenti protetti. In ogni caso, per evitare sorprese è sempre meglio mettersi in contatto con i gli uffici comunali.

 

L’utilizzo dei pannelli solari fotovoltaici

Quello che non abbiamo detto è che ci sono i pannelli solari … e pannelli solari. In realtà ci sono due modi per generare quel elettricità. I due sistemi non differiscono dal punto di vista estetico, ma solo da quello tecnico.

I pannelli solari sono composti da celle fotovoltaiche collegate tra loro, in modo da garantire una certa stabilitá meccanica necessaria per resistere alle condizioni del clima. L’insieme è collocato o sulla facciata o sul tetto, in modo da catturare i raggi solari “migliori”. Quando i pannelli sono realizzati in materiali semiconduttori (in genere silicio), la luce solare può essere convertita direttamente in elettricità, che viene inviata via cavo ad una batteria o a un inverter, a seconda del sistema. È proprio qui che esiste la differenza principale tra i due tipi di impianti, che possono essere autonomi oppure connessi alla rete.

Un sistema fotovoltaico autonomo, in cui una batteria accumula energia elettrica e la rilascia a seconda della domanda, è utile soprattutto per le case isolate, lontane dalla rete di distribuzione pubblica di energia elettrica.

L’alternativa di gran lunga più comune è il sistema fotovoltaico collegato alla rete di distribuzione pubblica di energia elettrica. Questi impianti sono dotati di un inverter che trasforma la corrente continua in corrente alternata. Esistono a questo punto due possibilità.

Se l’impianto fotovoltaico invia tutta l’energia elettrica prodotta alla rete pubblica, il proprietario riceve un compenso come se fosse il padrone di una piccola centrale elettrica. Il suo impianto elettrico è dotato di un doppio contatore, che calcola sia il consumo che la produzione di energia elettrica.

L’altra opzione è quella di consumare tutta l’energia elettrica prodotta. In caso di eccedenza della produzione rispetto al consumo durante il giorno, l’energia in eccesso deve essere restituita alla rete pubblica, che in cambio assicura la fornitura di energia la sera e durante la notte. Il contatore gira in un senso o nell’altro a seconda che si consumi o si produca energia.

 

L’isolamento del tetto

Anche se la mansarda è stata trasformata in una zona abitabile, l’installazione di materiali isolanti nel tetto sarà un buon investimento per il notevole risparmio energetico possibile. L’isolamento del tetto puó ridurre efficacemente l’utilizzo del riscaldamento, avendo cosí un influsso positivo non solo sulle spese mensili della famiglia, ma anche sulla qualitá dell’ambiente abitativo.

É importante evitare a tutti i costi la creazione di ponti termici, impedendo cosí la condensazione e la crescita di muffe. É necessario mantenere in ogni momento il materiale isolante a secco. Un materiale isolante che viene regolarmente in contatto con l’umidità perde la sua capacità di isolamento termico e può anche marcire. Per evitare infiltrazioni d’acqua piovana dal tetto, si puó costruire un sotto-tetto tra il tetto e il materiale isolante.

 

Le finestre da tetto

Sempre più spesso lo spazio sotto il tetto é utilizzato come soffitta, in modo da sfruttare al meglio lo spazio disponibile all’interno dell’abitazione. La luce solare da una finestra sul tetto é in grado di fornire una soluzione relativamente semplice per l’illuminazione.

Per una luce ideale, la superficie della finestra dovrebbe essere di circa 10-12% di quella del pavimento. L’altezza a cui è posta la finestra puó dipendere della pendenza del tetto e dalle preferenze personali. Oltre a permettere alla luce naturale di passare, una finestra sul tetto rappresenta anche una ulteriore possibilità di ventilazione. La maggior parte dei lucernari sono dotati di un’apertura a griglia per garantire un costante rifornimento di aria fresca.

La qualitá del vetro é un fattore importante. In generale, le finestre del tetto sono dotate di doppi vetri, e può essere una cosa interessante utilizzare un vetro ad alte prestazioni. In combinazione con un tetto ben isolato, tale soluzione garantisce un’elevata efficienza energetica. Inoltre, speciali vetri acustici sono in grado di fornire una soluzione per gli alloggi in zone rumorose. In estate, tuttavia, occorre guardarsi dall’effetto serra. Per evitare il surriscaldamento sono necessari delle persiane o un parasole.

I produttori offrono diverse dimensioni standard delle finestre da tetto, ma è naturalmente sempre possibile farsi fare una finestra personalizzata. Le finestre standard sono generalmente meno costose, e hanno una scelta molto ampia. I numerosi accessori disponibili (tende, maschere, schermi, telecomando, persiane) rendono il sistema completo e funzionale. I materiali più utilizzati per le finestre da tetto sono il legno, alluminio e il PVC. Dal punto di vista ecologico, le finestre da tetto in legno sono le migliori.

Le finestre da tetto sono disponibili per tetti di diverse inclinazioni. La grande novità di recente è la finestra per tetti piani. Per l’installazione della finestra, non è richiesto nessun permesso a meno che la finestra non rappresenti una percentuale significativa della superficie del tetto.

 


 

- Se questa mini guida sui pannelli fotovoltaici ti è piaciuta, condividila pure con i tuoi amici.

Grazie! smiley

 

Condividi post

Commenta il post