Mestiereimpresa.it

Allergie, igiene e nuove tecnologie: è possibile conciliare tutto?

Secondo i dati ISTAT relativi al 2016, i soggetti allergici, in Italia, sono in leggero aumento, rispettando, però, il trend europeo.

Una stima che gli esperti sottolineano non rispecchi al 100% la situazione attuale perché, in molti casi, la patologia allergica non viene riconosciuta come tale, in quanto i pazienti ne travisano i sintomi, attribuendoli ad altro, lasciando il problema non diagnosticato nella sua reale natura.

I dati statistici

Secondo le statistiche del 2016, le persone affette da malattie allergiche croniche, nel nostro Paese, sarebbero il 10,7% della popolazione, con un trend crescente e che interessa le donne più degli uomini. Altro dato interessante, la fascia d’età maggiormente colpita sarebbe quella compresa tra i 20 e i 24 anni, mentre i più fortunati sarebbero i pensionati e le persone in cerca di un primo lavoro.

Al rovescio della medaglia, chi occupa posizioni direttive, di quadro e di impiegato e, poco prima di loro, gli studenti, sono più frequentemente colpiti da questo tipo di problema.

Da una ricerca del 2013 diffusa anche dalla World Allergy Organization, invece, emerge che sarebbe una percentuale compresa tra il 10 e il 40% della popolazione mondiale a soffrire di allergie, includendo problemi di intolleranze alimentari e ambientali.

In questo scenario, si capisce come si renda fondamentale mantenere l’igiene in casa ed in ufficio, ponendo l’attenzione anche sulla sicurezza dei propri familiari e dei dipendenti: non si può più prescindere dall’offrire un ambiente pulito ed incontaminato, dove si spendono tante ore al giorno.

Le soluzioni offerte dalla rivoluzione tecnologica

Nonostante si faccia un gran parlare delle controindicazioni dell’era moderna, con la sua estrema digitalizzazione e la social media – addiction, la verità è che la rivoluzione tecnologica che, ormai, ci interessa giorno per giorno, sta aiutando tantissimo nel migliorare la qualità della vita delle persone con problemi motori (come, ad esempio, disabili e reduci da infortuni ed interventi chirurgici) o con altri tipi di patologie croniche come, appunto, proprio le allergie.

E non parliamo solo dell’E-Health e, quindi, del suo ruolo all’interno della medicina. Anche gli strumenti di utilizzo quotidiano possono rivelarsi molto utili allo scopo, offrendo soluzioni nuove e specifiche.

Gli elettrodomestici di ultima generazione, ad esempio, sono in grado non solo di offrire performance eccezionali al minimo del consumo energetico, ma anche di risolvere problemi legati ad igiene, allergeni, peli di animali da compagnia e moltissimo altro ancora.

L’unico inconveniente, per qualcuno, può risultare il prezzo, poiché si tratta, a tutti gli effetti, di un investimento (economico e fisico) sulla propria vita; ma anche per questo, fortunatamente, c’è una soluzione!

Riciclo, usato e pezzi di ricambio

Sono in tantissimi, oggi, ad utilizzare il potere della rete anche nel settore e-commerce. Certo, bisogna affidarsi soltanto a portali certificati e con un ottimo feedback da parte dell’utenza, ma la comodità ed il risparmio che conseguono da acquisti fatti con un semplice click non hanno paragoni.

Tra l’altro, ha potuto svilupparsi anche un mercato parallelo dell’usato (a patto che sia, sempre, sicuro e garantito), che è in grado di fornire alla clientela elettrodomestici rimessi a nuovo o, come si dice, “ricondizionati”, ad un prezzo nettamente inferiore, senza perdere alcun vantaggio.

In questo modo non solo è possibile andare incontro alle proprie esigenze senza dover svuotare il portafoglio, ma si può anche dare una mano al pianeta, entrando in quella catena di riciclo e riutilizzo dei materiali che, così, non finiscono per intasare inutilmente le discariche, vista la possibilità di poterli sfruttare ancora a lungo.

Moltissimi brand, infatti, stanno mettendo a disposizione dispositivi in grado di essere messi in condizione pari al nuovo attraverso pezzi di ricambio, acquistabili, molto spesso, proprio anche su portali di e-commerce. Ma non solo.

Elettrodomestici ed accessori

Anche la possibilità di poter dotare il proprio elettrodomestico di accessori specifici può fare la differenza e, in questo ambito, c’è sicuramente un marchio che vale la pena citare, come esempio, in quanto a competenza e qualità nel settore: parliamo dell’azienda tedesca Vorwerk, fondata nel lontano 1883 e, quindi, con ormai quasi un secolo e mezzo di esperienza maturata.

Famosa per aver dato vita ad una serie di elettrodomestici e prodotti per la casa di utilizzo quotidiano, la Vorwerk è la “mamma” del Folletto, l’aspirapolvere più conosciuto ed utilizzato nelle case degli italiani, proprio grazie alla sua versatilità e alla possibilità di personalizzarlo in base alle proprie esigenze.

L’ultimo modello in commercio, infatti, risultato da un intenso lavoro di evoluzione dei precedenti, che ha forgiato un piccolo gioiello di tecnologia moderna e avanzata, è pensato proprio per andare incontro alle esigenze degli allergici e dei padroni di animali domestici.

Il Folletto di ultima generazione è dotato di una potenza unica e di un sensore in grado di auto-settare il dispositivo a seconda del pavimento che “sente” sotto le sue spazzole; ma non solo.

Aspira e lava in un solo passaggio ed è dotato di una serie di accessori utilissimi, come la spazzola elettrica per imbottiti capace di aspirare polvere, escrementi di acari e peli di animale anche dai sedili delle auto, grazie al suo canale a punta.

La griglia di protezione, nel frattempo, provvede ad intrappolare subito lo sporco, tra cui anche le polveri fini, ed il resto viene fatto dal sacchetto, che non mette a repentaglio la salute dell’utilizzatore, perché non vi sarà alcun vano-rifiuti da svuotare nella pattumiera.

Tra l’enorme disponibilità di accessori per il Folletto, poi, è possibile trovare anche il Set per Materassi. Insomma, tenere la casa pulita e a prova di allergene, oggi, è finalmente possibile davvero per tutti!

Condividi post

Commenta il post